Actualité

En complément, n’hésitez pas à consulter la rubrique
« AGENDA » à droite de l’écran

COVID-19 CORONAVIRUS

En cette période de confinement,

les célébrations religieuses sont annulées,
les bureaux du Consulat Général de Lyon sont fermés depuis le 17 mars 2020,
la permanence de Chambéry est suspendue.

Pour plus d’informations, reportez-vous à la page :

https://conslione.esteri.it/consolato_lione/it/in_linea_con_utente/in-primo-piano.html 

Il COM.IT.ES. riporta qui sotto gli aggiornamenti pervenuti dall’Ambasciata e dal Consolato Generale di Lione dal 19/03/2020.
In corsivetto appaiono le modifiche rispetto al giorno precedente.

¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤

08/04/20
Dall’aggiornamento N°35 pervenuto dal
Primo Consigliere d’Ambasciata Ugo Ciarlatani e dal Console Generale Pierangelo Cammarota.

Epidemia in Francia
Il numero dei contagiati in Francia questa sera ammonta a 82048 (+3881 pari a +4,9,% rispetto a ieri). Si sono registrati 7632 decessi negli ospedali dal 1 marzo (+541). Per un ‘problema tecnico’, il dato dei decessi presso le case di risposo stasera non è disponibile. Senza questo dato, oggi, i decessi ammontano a  10860. I guariti ammontano a 21254 (+1917, +9,9%). I pazienti in ospedale in Francia sono 30375 (+348, +1,1%). Il totale dei pazienti che si trovano in terapia intensiva ammonta oggi a 7148 unità (+17, +0,2%). Il Dr. Salomon ha detto stasera che la crescita sta rallentando grazie alle politiche di confinamento, ma siamo sempre in una leggera fase ascendente. Nelle ultime 24 ore sono entrate in ospedale 2.265 persone, vale a dire la somma fra persone dimesse e nuovi ricoveri. La pressione presso i reparti di rianimazione non è forte come nei giorni scorsi anche perché oltre 600 pazienti gravi sono stati trasferiti fuori dall’area di Parigi.
 
Misure di confinamento in Francia
Giorno 23 di confinamento totale in Francia (29mo in Italia). Il Direttore Generale della Sanità ritiene che « non vi sia margine per restringere ulteriormente il confinamento » perché « più di così non si può ». Egli ha anche riferito che in Francia, come in Spagna e in Italia, non si assisterà ad un picco ma la curva avrà prima la forma di un plateau e, successivamente, una decrescita molto lenta e non verticale. La decrescita potrebbe avere caratteristiche diverse a seconda delle aree geografiche della Francia.
Oggi, dopo 76 giorni di confinamento, ha riaperto la città di Wuhan dove però scuole e università rimangono chiuse. Per uscire dalla città occorre dimostrare di non avere avuto o essere guariti dal virus.
 
Cittadini italiani e viaggi
Alitalia sta garantendo i collegamenti diretti con l’Italia con pochi voli Roma Fiumicino in partenza da Parigi, Nizza e Marsiglia, questi ultimi con forti discontinuità. Treni diretti non ve ne sono, ad esclusione di tre corse al giorno del treno regionale TER Nizza-Ventimiglia. Occorre sempre munirsi di autocertificazioni francese e italiana prima della partenza. L’italiano temporaneamente all’estero che rientra in Italia deve dimostrare di avere  una « emergenza assoluta » alla base della decisione di rientro e compilare una nuova autocertificazione da consegnare al vettore. Agli imbarchi è obbligatorio il controllo della febbre. In caso di febbre il passeggero non può imbarcare. All’arrivo a casa in Italia, vi è l’obbligo di comunicare la presenza alla ASL e sottoporsi alla quarantena obbligatoria. Quest’ultima prevede che le Asl possano effettuare controlli a sorpresa, anche con l’impiego delle forze dell’ordine, nell’abitazione della persona rientrata dall’estero, che non solo deve restare a casa ma è tenuta a comunicare la misurazione della febbre due volte al giorno.
In Francia oggi è entrata in vigore l’autocertificazione per chiunque entri in Francia a qualsiasi titolo, di cui ho riferito ieri.
 
Media, comunicazione esterna e assistenza
Le task forces di Ambasciata e dei 5 consolati Generali (Parigi, Lione, Marsiglia, Metz e Nizza) stanno lavorando a pieno ritmo e offrono una copertura H24 sia da remoto che, in piccole squadre, dalle rispettive sedi. Il sito dell’ambasciata https://ambparigi.esteri.it/ambasciata_parigi/it è aggiornato con regolarità. Sul sito è stato pubblicato un video messaggio dell’Ambasciatrice Castaldo e un link alla protezione civile per le donazioni. Torno a segnalare il sito del governo francese https://www.gouvernement.fr/ come unica fonte ufficiale di dati e informazioni.
 
Tenersi informati
I canali ufficiali sono quelli di sempre. Oltre ai siti del governo e del Ministero della Salute vi consiglio di seguire le TV di informazione H24 che aggiornano costantemente sulla situazione in Francia e trasmettono in diretta le conferenze stampa più importanti. Fra queste ultime vi segnalo la conferenza stampa quotidiana tenuta del Direttore Generale del Ministero della Sanità francese alle 19.00 circa. 
 
Oggi per tenerci in forma vi invito ad assistere allo spettacolo di Simone Cristicchi sempre sull’esodo istriano-dalmata https://www.youtube.com/watch?v=S2QzkPWKzYI. 
La segnalazione viene dall’amico e Presidente del Comites di Chambéry Graziano Del Treppo il quale non solo rigira questa mia comunicazione a tutta la Savoia e l’Alta Savoia ma conserva anche questi miei aggiornamenti in modo maniacale. Graziano è una  leggenda fra i residenti italiani in Francia, essendo stato presidente del Comites, Presidente dell’Intercomites, oltre che editorialista de La Voce, cariche che ha ricoperto praticamente ininterrottamente dall’Unità d’Italia a oggi.

¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤

07/04/20
Dall’aggiornamento N°34 pervenuto dal
Primo Consigliere d’Ambasciata Ugo Ciarlatani e dal Console Generale Pierangelo Cammarota.

Epidemia in Francia
Il numero dei contagiati in Francia questa sera ammonta a 78167 (+3777 pari a +5,% rispetto a ieri). Si sono registrati 10328 totali, fra deceduti in ospedale e deceduti in casi di riposo (+1417 pari a +15,9%). I guariti ammontano a 19337 (+2087, +12%). I pazienti in ospedale in Francia sono 30027 (+305, +1%). Il totale dei pazienti che si trovano in terapia intensiva ammonta oggi a 7131 unità (+59, +0,8%). Il 35% dei ricoverati in rianimazione ha meno di 60 anni, 104 persone hanno meno di 30 anni. Oggi comincia la sperimentazione della trasfusione di plasma di pazienti guariti in persone allo stadio acuto della malattia. Si tratta di una tecnica in sperimentazione da tempo anche in Italia.

Misure di confinamento in Francia
Giorno 22 di confinamento totale in Francia (28mo in Italia). Il Ministro della Sanità Vèran ha dichiarato che il confinamento “durerà fino a quando sarà necessario” dal momento che “non siamo ancora al picco dell’epidemia”. Le belle giornate del weekend scorso hanno portato sulle strade di Parigi troppe persone. Ed è per questo che la Sindaca e il Prefetto di Parigi hanno disposto che da domani non si potrà più uscire per fare sport dalle 10 alle 19. Il sottosegretario ai trasporti francese Djebbari ha invitato la popolazione a non prenotare le vacanze estive, “essendo la situazione ancora incerta”. Altri comuni francesi hanno approvato ulteriori direttive: è il caso per esempio del comune di Biarritz (Dipartimento dei Pirenei atlantici) dove da oggi “non ci si può sedere nelle panchine pubbliche per più di due minuti” (sic!).

Cittadini italiani e viaggi
Alitalia sta garantendo i collegamenti diretti con l’Italia con pochi voli Roma Fiumicino in partenza da Parigi, Nizza e Marsiglia, questi ultimi con forti discontinuità. Treni diretti non ve ne sono, ad esclusione di tre corse al giorno del treno regionale TER Nizza-Ventimiglia. Occorre sempre munirsi di autocertificazioni francese e italiana prima della partenza. L’italiano temporaneamente all’estero che rientra deve dimostrare di avere  una « emergenza assoluta » alla base della decisione di rientro e compilare una nuova autocertificazione da consegnare al vettore. Agli imbarchi è obbligatorio il controllo della febbre. In caso di febbre il passeggero non può imbarcare. All’arrivo a casa in Italia, vi è l’obbligo di comunicare la presenza alla ASL e sottoporsi alla quarantena obbligatoria. Quest’ultima prevede che le Asl possano effettuare controlli a sorpresa, anche con l’impiego delle forze dell’ordine, nell’abitazione della persona rientrata dall’estero, che non solo deve restare a casa ma è tenuta a comunicare la misurazione della febbre due volte al giorno

Oggi il ministero dell’Interno francese ha pubblicato un nuovo modello (allegato) da compilare da parte di coloro che arrivano in Francia per qualsiasi motivo, compresi coloro che transitano per raggiungere il proprio Paese (es: Italia). 

Varie sono le casistiche contemplate:  

  • gli stranieri residenti in Francia; 
  • persone in transito; 
  • trasportatori di merci; 
  • equipaggi di vettori di trasporto; 
  • personale delle missioni diplomatiche e consolari accreditati in Francia e possessori di un titolo di soggiorno speciale; 
  • frontalieri;  
  • tutti i cittadini francesi. 

Una volta compilato, il modello va consegnato al vettore (treno/aereo) o alla polizia di frontiera in caso di arrivo in automobile.

Media, comunicazione esterna e assistenza
Le task forces di Ambasciata e dei 5 consolati Generali (Parigi, Lione, Marsiglia, Metz e Nizza) stanno lavorando a pieno ritmo e offrono una copertura H24 sia da remoto che, in piccole squadre, dalle rispettive sedi. Il sito dell’ambasciata https://ambparigi.esteri.it/ambasciata_parigi/it è aggiornato con regolarità. Sul sito è stato pubblicato un video messaggio dell’Ambasciatrice Castaldo e un link alla protezione civile per le donazioni. Torno a segnalare il sito del governo francese https://www.gouvernement.fr/ come unica fonte ufficiale di dati e informazioni.

Tenersi informati
I canali ufficiali sono quelli di sempre. Oltre ai siti del governo e del Ministero della Salute vi consiglio di seguire le TV di informazione H24 che aggiornano costantemente sulla situazione in Francia e trasmettono in diretta le conferenze stampa più importanti. Fra queste ultime vi segnalo la conferenza stampa quotidiana tenuta del Direttore Generale del Ministero della Sanità francese alle 19.00 circa.

Oggi per tenerci in forma vi invito a rinfrescare le conoscenze della storia romana. Per questo, vi consiglio di seguire le lezioni che il Dott. Fabrizio Bovino, Commissario Amministrativo del Consolato Generale a Parigi, ha pubblicato su internet relative alla dinastia Giulio-Claudia. Si tratta delle prime 4 puntate di una opera che speriamo lunga: https://www.youtube.com/watch?v=N5BemNGEU2s

¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤

06/04/20
Dall’aggiornamento N°33 pervenuto dal
Primo Consigliere d’Ambasciata Ugo Ciarlatani e dal Console Generale Pierangelo Cammarota.

Epidemia in Francia
Il numero dei contagiati in Francia questa sera ammonta a 74390 (+3912 pari a +5,5% rispetto a ieri). Si sono registrati 8911 totali, fra deceduti in ospedale e deceduti in casi di riposo (+833 pari a +10,3%). I guariti ammontano a 17250 (+1067, +8%). I pazienti in ospedale in Francia sono 29722 (+831, +2,8%). Il totale dei pazienti che si trovano in terapia intensiva ammonta oggi a 7072 unità (+94, +2,3%). Questa sera è intervenuto in conferenza stampa il Ministro della salute Olivier Véran che ha annunciato il raddoppio del numero dei tamponi che vengono effettuati ogni giorno. Per uscire dalla crisi, ha detto Véran, occorrerà prevedere un massiccio ricorso ai test per individuare la presenza di virus. Ha annunciato l’istituzione nei prossimi giorni di bus e postazioni mobili per effettuare i test.  
 
Misure di confinamento in Francia
Giorno 21 di confinamento totale in Francia (27mo in Italia). Il Ministro Véran ha reso noto uno studio dal quale emerge che le misure di confinamento effettuate in Francia hanno fino ad oggi salvato 1 vita ogni dieci minuti. In un discorso di ampio respiro Véran ha detto che in futuro occorrerà ripensare al sistema sanitario nazionale per portarlo più alla portata della gente e più accessibile. Vi saranno maggiori investimenti e minori tagli.
 
Cittadini italiani e viaggi
Alitalia sta garantendo i collegamenti diretti con l’Italia con pochi voli Roma Fiumicino in partenza da Parigi, Nizza e Marsiglia, questi ultimi con forti discontinuità. Treni diretti non ve ne sono, ad esclusione di tre corse al giorno del treno regionale TER Nizza-Ventimiglia. Occorre sempre munirsi di autocertificazioni francese e italiana prima della partenza. L’italiano temporaneamente all’estero che rientra deve dimostrare di avere  una « emergenza assoluta » alla base della decisione di rientro e compilare una nuova autocertificazione da consegnare al vettore. Agli imbarchi è obbligatorio il controllo della febbre. In caso di febbre il passeggero non può imbarcare. All’arrivo a casa in Italia, vi è l’obbligo di comunicare la presenza alla ASL e sottoporsi alla quarantena obbligatoria. Quest’ultima prevede che le Asl possano effettuare controlli a sorpresa, anche con l’impiego delle forze dell’ordine, nell’abitazione della persona rientrata dall’estero, che non solo deve restare a casa ma è tenuta a comunicare la misurazione della febbre due volte al giorno.
 
Media, comunicazione esterna e assistenza
Le task forces di Ambasciata e dei 5 consolati Generali (Parigi, Lione, Marsiglia, Metz e Nizza) stanno lavorando a pieno ritmo e offrono una copertura H24 sia da remoto che, in piccole squadre, dalle rispettive sedi. Il sito dell’ambasciata https://ambparigi.esteri.it/ambasciata_parigi/it è aggiornato con regolarità. Sul sito è stato pubblicato un video messaggio dell’Ambasciatrice Castaldo e un link alla protezione civile per le donazioni. Torno a segnalare il sito del governo francese https://www.gouvernement.fr/ come unica fonte ufficiale di dati e informazioni.
 
Tenersi informati
I canali ufficiali sono quelli di sempre. Oltre ai siti del governo e del Ministero della Salute vi consiglio di seguire le TV di informazione H24 che aggiornano costantemente sulla situazione in Francia e trasmettono in diretta le conferenze stampa più importanti. Fra queste ultime vi segnalo la conferenza stampa quotidiana tenuta del Direttore Generale del Ministero della Sanità francese alle 19.00 circa. 
 
Oggi per tenerci in forma vi invito a guardare l’ampio materiale messo online dal MAECI su Raffaello, che può essere visionato nel canale YouTube della Farnesina: https://www.youtube.com/user/MinisteroEsteri?hl=it&gl=IT 
Come oggi, infatti, il 6 aprile di 537 anni fa nasceva a Urbino il Genio Universale, Raffaello Sanzio. E come oggi, 6 aprile, egli moriva, a Roma, 500 anni fa. Alla morte il suo amico Pietro Bembo scrisse l’epitaffio inciso nella tomba al Pantheon:  « Ille hic est Raphael timuit quo sospite vinci, rerum magna parens et moriente mori », che potrebbe essere tradotto: « Qui giace Raffaello: da lui, quando visse, la natura temette d’essere vinta, ora che egli è morto, teme di morire ».

¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤

05/04/20
Dall’aggiornamento N°32 pervenuto dal
Primo Consigliere d’Ambasciata Ugo Ciarlatani e dal Console Generale Pierangelo Cammarota.

Epidemia in Francia
Il numero dei contagiati in Francia questa sera ammonta a 68605 (+4267 pari a +6,6% rispetto a ieri). Si sono registrati 5532 deceduti negli ospedali (+441 pari a +8,6%); a questi si aggiungono 2028 deceduti in case di riposo dall’inizio dell’epidemia (+612, pari a 14,8% nelle ultime 24 ore). I guariti ammontano a 15438 (+1430, +10,2%). I pazienti in ospedale in Francia sono 28143 (+711, +2,5%). Il totale dei pazienti che si trovano in terapia intensiva ammonta oggi a 6838 unità (+176, +2,6%). Nella conferenza stampa di questa sera il Dr. Salomon ha rilevato il dato positivo della progressiva diminuzione della crescita dei ricoverati in terapia intensiva: un trend che continua da 4 giorni: dal 31 marzo: 509 ingressi, 1/4: 452; 2/4: 382; ieri: 263, oggi 176. Non si tratta ancora di una inversione di tendenza (come avvenuto oggi, per la prima volta, in Italia) ma di un dato che fa ben sperare. Anche stasera Salomon ha sottolineato che i malati più gravi vengono quotidianamente mandati in tutta la Francia.
 
Misure di confinamento in Francia
Giorno 19 di confinamento totale in Francia (25mo in Italia), nulla è cambiato rispetto ieri. Si sono viste più persone in giro, complice anche la bella giornata. Giusto per non farci mancare nulla oggi nel dipartimento del Drome (sud-Est della Francia) vi è stato un attentato all’arma bianca che ha lasciato sul terreno 2 morti e 5 feriti. Non esclusa matrice terroristica di un lupo solitario.
 
Cittadini italiani e viaggi
Alitalia sta garantendo i collegamenti diretti con l’Italia con pochi voli Roma Fiumicino in partenza da Parigi, Nizza e Marsiglia, questi ultimi con forti discontinuità. Treni diretti non ve ne sono, ad esclusione di tre corse al giorno del treno regionale TER Nizza-Ventimiglia. Occorre sempre munirsi di autocertificazioni francese e italiana prima della partenza. L’italiano temporaneamente all’estero che rientra deve dimostrare di avere  una « emergenza assoluta » alla base della decisione di rientro e compilare una nuova autocertificazione da consegnare al vettore. Agli imbarchi è obbligatorio il controllo della febbre. In caso di febbre il passeggero non può imbarcare. All’arrivo a casa in Italia, vi è l’obbligo di comunicare la presenza alla ASL e sottoporsi alla quarantena obbligatoria.
 
Media, comunicazione esterna e assistenza
Le task forces di Ambasciata e dei 5 consolati Generali (Parigi, Lione, Marsiglia, Metz e Nizza) stanno lavorando a pieno ritmo e offrono una copertura H24 sia da remoto che, in piccole squadre, dalle rispettive sedi. Il sito dell’ambasciata https://ambparigi.esteri.it/ambasciata_parigi/it è aggiornato con regolarità. Sul sito è stato pubblicato un video messaggio dell’Ambasciatrice Castaldo e un link alla protezione civile per le donazioni. Torno a segnalare il sito del governo francese https://www.gouvernement.fr/ come unica fonte ufficiale di dati e informazioni.
 
Tenersi informati
I canali ufficiali sono quelli di sempre. Oltre ai siti del governo e del Ministero della Salute vi consiglio di seguire le TV di informazione H24 che aggiornano costantemente sulla situazione in Francia e trasmettono in diretta le conferenze stampa più importanti. Fra queste ultime vi segnalo la conferenza stampa quotidiana tenuta del Direttore Generale del Ministero della Sanità francese alle 19.00 circa. 
Oggi per tenerci in forma vi invito a guardare la conferenza del Prof. Stefano Pilotto tenuta lo scorso 24 febbraio alla Maison de l’Italie, evento organizzato dall’Ambasciata e dalla Società Dante Alighieri. Il video è reperibile sul sito di Italieendirecthttp://italieendirect.italieaparis.net/article/les-foibe-et-lexode-massif-%3A-une-tragedie-italienne-a-la-fin-de-la-guerre-359/

¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤

04/04/20
Dall’aggiornamento N°31 pervenuto dal
Primo Consigliere d’Ambasciata Ugo Ciarlatani e dal Console Generale Pierangelo Cammarota.

Epidemia in Francia
Il numero dei contagiati in Francia questa sera ammonta a 64338 (+8,8%). Si sono registrati 5091 deceduti negli ospedali (+13% rispetto ieri); a questi si aggiungono 1416 deceduti in case di riposo dall’inizio dell’epidemia. I guariti ammontano a 14008 (+16%). I pazienti in ospedale in Francia sono 27432 (+4,5%). Il totale dei pazienti che si trovano in terapia intensiva ammonta oggi a 6662 unità (+5,2%). Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 43.000 tamponi, numero costantemente in crescita. Anche stasera il dr. Salomon ha detto che si aspetta che gli effetti delle misure di confinamento si vedranno verosimilmente alla fine del weekend. Per la prima volta stasera il dr. Salomon ha giudicato ‘interessante’ uno studio che incentiva l’utilizzo delle mascherine a tutta la popolazione ai fini del contenimento dei virus. Nei giorni scorsi, soprattutto nella prima fase, Salomon diffidava – anche  con parole molto dure – la popolazione dall’usare la mascherina.

Misure di confinamento in Francia
Giorno 18 di confinamento totale in Francia (24mo in Italia), nulla è cambiato rispetto ieri. Le forze dell’ordine hanno intensificato i controlli sulle strade di grande comunicazione per contrastare gli spostamenti legati al periodo di vacanze, cominciato oggi. I controlli continueranno durante tutto il weekend. Oggi cominciano due settimane di vacanze scolastiche: avremo i bambini a casa… non mi sembra una novità!

Cittadini italiani e viaggi
Alitalia sta garantendo i collegamenti diretti con l’Italia con pochi voli Roma Fiumicino in partenza da Parigi, Nizza e Marsiglia, questi ultimi con forti discontinuità. Treni diretti non ve ne sono, ad esclusione di tre corse al giorno del treno regionale TER Nizza-Ventimiglia. Occorre sempre munirsi di autocertificazioni francese e italiana prima della partenza. L’italiano temporaneamente all’estero che rientra deve dimostrare di avere  una « emergenza assoluta » alla base della decisione di rientro e compilare una nuova autocertificazione da consegnare al vettore. Agli imbarchi è obbligatorio il controllo della febbre. In caso di febbre il passeggero non può imbarcare. All’arrivo a casa in Italia, vi è l’obbligo di comunicare la presenza alla ASL e sottoporsi alla quarantena obbligatoria.

Media, comunicazione esterna e assistenza
Le task forces di Ambasciata e dei 5 consolati Generali (Parigi, Lione, Marsiglia, Metz e Nizza) stanno lavorando a pieno ritmo e offrono una copertura H24 sia da remoto che, in piccole squadre, dalle rispettive sedi. Il sito dell’ambasciata https://ambparigi.esteri.it/ambasciata_parigi/it è aggiornato con regolarità. Sul sito è stato pubblicato un video messaggio dell’Ambasciatrice Castaldo e un link alla protezione civile per le donazioni. Torno a segnalare il sito del governo francese https://www.gouvernement.fr/ come unica fonte ufficiale di dati e informazioni.

Tenersi informati
I canali ufficiali sono quelli di sempre. Oltre ai siti del governo e del Ministero della Salute vi consiglio di seguire le TV di informazione H24 che aggiornano costantemente sulla situazione in Francia e trasmettono in diretta le conferenze stampa più importanti. Fra queste ultime vi segnalo la conferenza stampa quotidiana tenuta del Direttore Generale del Ministero della Sanità francese alle 19.00 circa.

¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤

02/04/20
Dall’aggiornamento N°30 pervenuto dal
Primo Consigliere d’Ambasciata Ugo Ciarlatani e dal Console Generale Pierangelo Cammarota.

Epidemia in Francia
Il numero dei contagiati in Francia anche questa sera non è stato comunicato. Si sono registrati 4503 deceduti negli ospedali (+11,6% rispetto ieri), 884 di questi sono morti nelle case di riposo. I guariti ammontano a 12068 (+10,3%). I pazienti in ospedale in Francia sono 26246 (+6,5%). Il totale dei pazienti che si trovano in terapia intensiva ammonta oggi a 6399 unità (+6,3%). Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 35.000 tamponi, numero costantemente in crescita. Dall’inizio dell’epidemia sono stati trasportati 439 pazienti dalle regioni Grand Est e Ile-de-France in altre regioni. Solo oggi, a causa della carenza di posti letto in terapia intensiva a Parigi, sono stati spostai 72 pazienti verso altri ospedali dell’ovest e sud della Francia. Il Dr. Salomon ha informato che i posti letto in rianimazione sono stati portati dai 5.000 iniziali a oltre 9.000 in tutto il territorio nazionale. Lo stesso Salomon ha detto che si aspetta che gli effetti delle misure di confinamento si vedranno verosimilmente alla fine del weekend.

Misure di confinamento in Francia
Giorno 17 di confinamento totale in Francia (23mo in Italia), nulla è cambiato rispetto ieri.

Cittadini italiani e viaggi
Alitalia sta mantenendo 3 voli giornalieri per Roma Fiumicino che partono da Parigi (2) e Nizza ma con forti limitazioni nel numero dei posti disponibiliIl volo da Marsiglia a Roma è ormai molto discontinuo. Treni diretti non ve ne sono, ad esclusione di tre corse al giorno del treno regionale TER Nizza-Ventimiglia. Occorre sempre munirsi di autocertificazioni francese e italiana prima della partenza. L’italiano temporaneamente all’estero che rientra deve dimostrare di avere  una « emergenza assoluta » alla base della decisione di rientro e compilare una nuova autocertificazione da consegnare al vettore. Agli imbarchi è obbligatorio il controllo della febbre. In caso di febbre il passeggero non può imbarcare. All’arrivo a casa in Italia, vi è l’obbligo di comunicare la presenza alla ASL e sottoporsi alla quarantena obbligatoria.

Media, comunicazione esterna e assistenza
Le task forces di Ambasciata e dei 5 consolati Generali (Parigi, Lione, Marsiglia, Metz e Nizza) stanno lavorando a pieno ritmo e offrono una copertura H24 sia da remoto che, in piccole squadre, dalle rispettive sedi. Il sito dell’ambasciata https://ambparigi.esteri.it/ambasciata_parigi/it è aggiornato con regolarità. Sul sito è stato pubblicato un video messaggio dell’Ambasciatrice Castaldo e un link alla protezione civile per le donazioni. Torno a segnalare il sito del governo francese https://www.gouvernement.fr/ come unica fonte ufficiale di dati e informazioni.

Tenersi informati

I canali ufficiali sono quelli di sempre. Oltre ai siti del governo e del Ministero della Salute vi consiglio di seguire le TV di informazione H24 che aggiornano costantemente sulla situazione in Francia e trasmettono in diretta le conferenze stampa più importanti. Fra queste ultime vi segnalo la conferenza stampa quotidiana tenuta del Direttore Generale del Ministero della Sanità francese alle 19.00 circa.

Oggi per tenerci in forma vi invito a rivedere il concerto che due mostri sacri della musica classica italiana, Uto Ughi (violino) e Bruno Canino (pianoforte), hanno tenuto all’IIC di Parigi lo scorso 26 giugno in occasione della Festa della Musica 2019. Lo trovate qui: https://www.youtube.com/watch?v=XLjBcBdlzjA

¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤

01/04/20
Dall’aggiornamento N°29 pervenuto dal
Primo Consigliere d’Ambasciata Ugo Ciarlatani e dal Console Generale Pierangelo Cammarota.

Epidemia in Francia

Il numero dei contagiati in Francia questa sera non è stato comunicato. Si sono registrati 4032 deceduti negli ospedali (+14,4%). I guariti ammontano a 9444 (+19,1%). I pazienti in ospedale in Francia sono 24639 (+8,2%). Il totale dei pazienti che si trovano in terapia intensiva ammonta oggi a 6017 unità (+570 rispetto a ieri). Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 31.000 tamponi. Il dato più preoccupante riguarda l’aumento delle persone che vengono ammesse in terapia intensiva, che sono oggi circa 2.000 in più rispetto all’Italia (6017 contro 4035). Questo dato ha portato oggi all’esaurimento dei posti di rianimazione a diposizione a Parigi ed è per questo che alcuni pazienti più gravi sono stati trasportati fuori dall’Ile-de-France con dei TGV, per alleggerire la forte pressione sugli ospedali cittadini.

Misure di confinamento in Francia
Giorno 16 di confinamento totale in Francia (22mo in Italia), nulla è cambiato rispetto ieri. Fino ad oggi sono stati effettuati 5,8 milioni di controlli e le forze di Polizia hanno comminato 390.000 multe per violazioni del confinamento. Sono stati effettuati 135 respingimenti alle frontiere terrestri con Paesi UE, 35 dei quali nei confronti dei cittadini italiani.

Cittadini italiani e viaggi
Alitalia ha confermato i 4 voli giornalieri per Roma Fiumicino che partono da Parigi (2), Marsiglia e Nizza ma con forti limitazioni nel numero dei posti disponibili. Treni diretti non ve ne sono, ad esclusione di due corse al giorno del treno regionale TER Nizza-Ventimiglia. Occorre sempre munirsi di autocertificazioni francese e italiana prima della partenza. L’italiano temporaneamente all’estero che rientra deve dimostrare di avere  una « emergenza assoluta » alla base della decisione di rientro e compilare una nuova autocertificazione da consegnare al vettore. Agli imbarchi è obbligatorio il controllo della febbre. In caso di febbre il passeggero non può imbarcare. All’arrivo a casa in Italia, vi è l’obbligo di comunicare la presenza alla ASL e sottoporsi alla quarantena obbligatoria.

 

Sono circa una ventina i casi di connazionali positivi al virus conosciuti da noi, 2 di questi in ospedale.

Media, comunicazione esterna e assistenza

Le task forces di Ambasciata e dei 5 consolati Generali (Parigi, Lione, Marsiglia, Metz e Nizza) stanno lavorando a pieno ritmo e offrono una copertura H24 sia da remoto che, in piccole squadre, dalle rispettive sedi. Il sito dell’ambasciata https://ambparigi.esteri.it/ambasciata_parigi/it è aggiornato con regolarità. Sul sito è stato pubblicato un video messaggio dell’Ambasciatrice Castaldo e un link alla protezione civile per le donazioni. Torno a segnalare il sito del governo francese https://www.gouvernement.fr/ come unica fonte ufficiale di dati e informazioni.

Tenersi informati
I canali ufficiali sono quelli di sempre. Oltre ai siti del governo e del Ministero della Salute vi consiglio di seguire le TV di informazione H24 che aggiornano costantemente sulla situazione in Francia e trasmettono in diretta le conferenze stampa più importanti. Fra queste ultime vi segnalo la conferenza stampa quotidiana tenuta del Direttore Generale del Ministero della Sanità francese alle 19.00 circa.

Oggi per tenerci in forma vi suggerisco l’iniziativa dell’Istituto Italiano di Cultura di Lione « Pillole di italiano:  il video “Verbi e diverbi” 1° puntata L’Infinito misterioso » a cura del nostro Prof. Gafà , che, ci dice la Direttrice Anna Pastore, sta avendo un certo successo  sul canale YouTube dell’IIC: https://www.youtube.com/watch?v=OZAAoSdQyRY

¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤

31/03/20
Dall’aggiornamento N°28 pervenuto dal
Primo Consigliere d’Ambasciata Ugo Ciarlatani e dal Console Generale Pierangelo Cammarota.

Epidemia in Francia
Il numero dei contagiati in Francia è stato questa sera aggiornato a 52128 casi (+17,2% nelle ultime 24 ore), con 3523 deceduti negli ospedali (+16,5%). I guariti ammontano a 9444 (+19,1%). I pazienti in ospedale in Francia sono 22757 (+8,6%).  Il totale dei pazienti che si trovano in terapia intensiva ammonta oggi a 5565 unità (+509). Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 21.000 tamponi. Il trend in Francia è in continua crescita: sia il numero dei nuovi casi (poco indicativo perché dipende da quanti tamponi si fanno) che quello dei ricoveri e degli ingressi in rianimazione aumentano inesorabilmente. Se la curva assomiglia a quella italiana, ci dobbiamo aspettare un assestamento non prima di 1 settimana. In tutta la Francia 763 ospedali (pubblici e privati) hanno pazienti positivi al coronavirus.

Misure di confinamento in Francia
Giorno 15 di confinamento totale, nulla è cambiato rispetto ieri. Il Ministro dell’Educazione nazionale ha confermato che sabato cominceranno le vacanze di Pasqua nella zona C (di cui è parte anche Parigi) che dureranno due settimane. Il rientro previsto a scuola è ancora fissato per il 4 maggio salvo proroghe. Non è all’ordine del giorno la discussione di rinviare la data di fine dell’anno scolastico.

Cittadini italiani e viaggi
Alitalia ha confermato i 4 voli giornalieri per Roma Fiumicino che partono da Parigi (2), Marsiglia e Nizza ma con forti limitazioni nel numero dei posti disponibili. Treni diretti non ve ne sono, ad esclusione di due corse al giorno del treno regionale TER Nizza-Ventimiglia. Occorre sempre munirsi di autocertificazioni francese e italiana prima della partenza. L’italiano temporaneamente all’estero che rientra deve dimostrare di avere  una « emergenza assoluta » alla base della decisione di rientro e compilare una nuova autocertificazione da consegnare al vettore. Agli imbarchi è obbligatorio il controllo della febbre. In caso di febbre il passeggero non può imbarcare. All’arrivo a casa in Italia, vi è l’obbligo di comunicare la presenza alla ASL e sottoporsi alla quarantena obbligatoria.

Media, comunicazione esterna e assistenza
Le task forces di Ambasciata e dei 5 consolati Generali (Parigi, Lione, Marsiglia, Metz e Nizza) stanno lavorando a pieno ritmo e offrono una copertura H24 sia da remoto che, in piccole squadre, dalle rispettive sedi. Il sito dell’ambasciata https://ambparigi.esteri.it/ambasciata_parigi/it è aggiornato con regolarità. Sul sito è stato pubblicato un video messaggio dell’Ambasciatrice Castaldo e un link alla protezione civile per le donazioni. Torno a segnalare il sito del governo francese https://www.gouvernement.fr/ come unica fonte ufficiale di dati e informazioni.

Tenersi informati
I canali ufficiali sono quelli di sempre. Oltre ai siti del governo e del Ministero della Salute vi consiglio di seguire le TV di informazione H24 che aggiornano costantemente sulla situazione in Francia e trasmettono in diretta le conferenze stampa più importanti. Fra queste ultime vi segnalo la conferenza stampa quotidiana tenuta del Direttore Generale del Ministero della Sanità francese alle 19.00 circa.

Oggi per tenerci in forma vi invito a seguire il calendario degli “eventi” virtuale pubblicato dall’IIC di Parigi al sito https://www.facebook.com/iicparigi/. Fra i contributi pubblicati dall’Istituto vi è anche una breve declamazione di tre terzine del canto di Ulisse (XXVII) lette dal vice direttore dell’IIC, Prof. Sandro Cappelli, che con Dante ha in comune l’accento toscano. Chi meglio di lui, quindi?

¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤

31/03/20
Dall’aggiornamento N°26 pervenuto dal
Primo Consigliere d’Ambasciata Ugo Ciarlatani e dal Console Generale Pierangelo Cammarota.

Epidemia in Francia
Il numero dei contagiati in Francia è stato questa sera aggiornato a 44450 casi (+10,6% nelle ultime 24 ore), con 3024 deceduti negli ospedali (+16%). I guariti ammontano a 7924 (+11,1%). I pazienti in ospedale in Francia sono 20946 (+8,2%): si segnala un calo degli ospedalizzati che è legato, ha detto il DG Salomon, alle politiche di confinamento. Secondo il Dr. Salomon il dato dei ricoverati è il più importante da seguire per verificare l’andamento dell’epidemia.
Il totale dei pazienti spostati in terapia intensiva ammonta oggi a 5056 unità (+424). Negli ultimi giorni in Francia hanno portato da 5000 a 7.000 i posti letto in rianimazione, che verranno portati a 10.000 nei prossimi giorni e a 14000 a metà aprile, come dato definitivo. Da ultimo, il Dr. Salomon ha comunicato che il numero dei tamponi è stato aumentato a circa 20.000 al giorno (dato simile all’Italia).
 
Misure di confinamento in Francia
Giorno 14 di confinamento totale, nulla è cambiato rispetto ieri. Richiesto di esprimersi sul ‘deconfinamento’, il dr. Salomon ha dichiarato che non è all’ordine del giorno almeno fino al 15 aprile. Soltanto il comitato scientifico potrà consigliare politiche di riapertura e di ripartenza, che saranno in ogni caso molto graduali.
 
Cittadini italiani e viaggi
Alitalia ha confermato i 4 voli giornalieri per Roma Fiumicino che partono da Parigi (2), Marsiglia e Nizza ma con forti limitazioni nel numero dei posti disponibili. Treni diretti non ve ne sono, ad esclusione di due corse al giorno del treno regionale TER Nizza-Ventimiglia. Occorre sempre munirsi di autocertificazioni francese e italiana prima della partenza. L’italiano temporaneamente all’estero che rientra deve dimostrare di avere  una « emergenza assoluta » alla base della decisione di rientro e compilare una nuova autocertificazione da consegnare al vettore. Agli imbarchi è obbligatorio il controllo della febbre. In caso di febbre il passeggero non può imbarcare. All’arrivo a casa in Italia, vi è l’obbligo di comunicare la presenza alla ASL e sottoporsi alla quarantena obbligatoria.
 
Media, comunicazione esterna e assistenza
Le task forces di Ambasciata e dei 5 consolati Generali (Parigi, Lione, Marsiglia, Metz e Nizza) stanno lavorando a pieno ritmo e offrono una copertura H24 sia da remoto che, in piccole squadre, dalle rispettive sedi. Il sito dell’ambasciata https://ambparigi.esteri.it/ambasciata_parigi/it è aggiornato con regolarità. Sul sito è stato pubblicato un video messaggio dell’Ambasciatrice Castaldo e un link alla protezione civile per le donazioni. Torno a segnalare il sito del governo francese https://www.gouvernement.fr/ come unica fonte ufficiale di dati e informazioni.
 
Tenersi informati
I canali ufficiali sono quelli di sempre. Oltre ai siti del governo e del Ministero della Salute vi consiglio di seguire le TV di informazione H24 che aggiornano costantemente sulla situazione in Francia e trasmettono in diretta le conferenze stampa più importanti. Fra queste ultime vi segnalo la conferenza stampa quotidiana tenuta del Direttore Generale del Ministero della Sanità francese alle 19.00 circa. 
Oggi per tenerci in forma vi invito a seguire le lezioni di musica della musicologa e pianista Gaia Vazzoler per gentile concessione del Circolo degli Affari Esteri. La prima delle 4 puntate si può trovare qui https://www.youtube.com/watch?v=6mYjr_WJ0kY&t=428s 

¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤

30/03/20
Dall’aggiornamento N°25 pervenuto dal
Primo Consigliere d’Ambasciata Ugo Ciarlatani e dal Console Generale Pierangelo Cammarota.

Epidemia in Francia
Il numero dei contagiati in Francia è stato questa sera aggiornato a 40174 casi (+6,8% nelle ultime 24 ore), con 2606 deceduti negli ospedali (+12,4). I guariti ammontano a 7132 (+7,6%). I pazienti in ospedale in Francia sono 19354 (in Italia 27386) dei quali 4632 in terapia intensiva (in Italia sono 3906). Il dato degli ammessi in terapia intensiva nelle ultime 24 ore è in forte ribasso nella regione dell’Ile-de-France, in controtendenza rispetto al resto della Francia.
 
Misure di confinamento in Francia
Giorno 13 di confinamento totale, nulla è cambiato rispetto ieri.
 
Cittadini italiani e viaggi
Alitalia ha confermato i 4 voli giornalieri per Roma Fiumicino che partono da Parigi (2), Marsiglia e Nizza. La situazione voli però è cambiata da ieri a seguito dell’ordinanza del Ministro dei Trasporti italiano, che impone la distanza di 1 metro fra un passeggero e l’altro. In forza di tale provvedimento, i posti nei voli Parigi-Roma sono esauriti fino al 2 aprile. Treni diretti non ve ne sono, ad esclusione di due corse al giorno del treno regionale TER Nizza-Ventimiglia. Occorre sempre munirsi di autocertificazioni francese e italiana prima della partenza. La certificazione italiana va presentata all’imbarco dei voli. Agli imbarchi è obbligatorio il controllo della febbre. In caso di febbre il passeggero non può imbarcare. All’arrivo a casa in Italia, vi è l’obbligo di comunicare la presenza alla ASL e sottoporsi alla quarantena obbligatoria.
 
Media, comunicazione esterna e assistenza
Le task forces di Ambasciata e dei 5 consolati Generali (Parigi, Lione, Marsiglia, Metz e Nizza) stanno lavorando a pieno ritmo e offrono una copertura H24 sia da remoto che, in piccole squadre, dalle rispettive sedi. Il sito dell’ambasciata https://ambparigi.esteri.it/ambasciata_parigi/it è aggiornato con regolarità. Sul sito è stato pubblicato un video messaggio dell’Ambasciatrice Castaldo e un link alla protezione civile per le donazioni. Torno a segnalare il sito del governo francese https://www.gouvernement.fr/ come unica fonte ufficiale di dati e informazioni.
 
Tenersi informati
I canali ufficiali sono quelli di sempre. Oltre ai siti del governo e del Ministero della Salute vi consiglio di seguire le TV di informazione H24 che aggiornano costantemente sulla situazione in Francia e trasmettono in diretta le conferenze stampa più importanti. Fra queste ultime vi segnalo la conferenza stampa quotidiana tenuta del Direttore Generale del Ministero della Sanità francese alle 19.00 circa. 
Oggi per tenerci in forma vi segnalo due post FB e IG dell’artista Paolo Contehttps://facebook.com/164854100591430/posts/820202435056590/?vh=e&d=n e https://www.instagram.com/tv/B-Uivh8CkNK/?igshid=fbez1xobr9iv 

¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤

29/03/20
Dall’aggiornamento N°24 pervenuto dal
Primo Consigliere d’Ambasciata Ugo Ciarlatani e dal Console Generale Pierangelo Cammarota.

Epidemia in Francia
Il numero dei contagiati in Francia è stato questa sera aggiornato a 37575 casi (+13% nelle ultime 24 ore), con 2.317 deceduti negli ospedali (+16%).  Il numero dei contagiati raddoppia ogni 3-4 giorni. I guariti ammontano a 6624. Il numero di test effettuati è stato innalzato a 9.000 al giorno contro in 20.000 circa effettuati quotidianamente in Italia negli ultimi giorni (siamo quasi a mezzo milione di tamponi effettuati in Italia dall’inizio dell’epidemia). A differenza di altri paesi, la Francia ha deciso di effettuare tamponi solo ai malati con patologie severe e compatibili con il covid-19. Un dato interessante: in Italia i pazienti in terapia intensiva sono oggi in Italia 3.856, in Francia 4.273.
 
Misure di confinamento in Francia
Giorno 12 di confinamento totale. Il Primo Ministro Edouard Philippe questo pomeriggio ha partecipato ad una conferenza stampa, insieme al Ministro della Salute Véran, nella quale ha chiarito le strategie del governo, che si basano su due capisaldi:
  1. l’aumento delle postazioni di rianimazione (oggi sono 5.000 e l’obiettivo è di arrivare a 14.000) e 
  2. la lotta contro la propagazione del virus. Per questo ultimo punto Philippe ha detto che a metà della prossima settimana si valuterà se estendere il confinamento attualmente valido sino al 15 aprile. Philippe ha detto che il peggio deve venire e che i primi 15 giorni di aprile arriverà la vera ondata dei casi che impegneranno le strutture sanitarie e il personale medico ancora di più di adesso.
Cittadini italiani e viaggi
Alitalia ha confermato i 4 voli giornalieri per Roma Fiumicino che partono da Parigi (2), Marsiglia e Nizza. La situazione voli potrebbe però cambiare nei prossimi giorni in forza della ordinanza del Ministro dei Trasporti italiano, firmata oggi, che impone la distanza di 1 metro fra un passeggero e l’altro. Treni diretti non ve ne sono, ad esclusione di due corse al giorno del treno regionale TER Nizza-Ventimiglia. Occorre sempre munirsi di autocertificazioni francese e italiana prima della partenza. La certificazione italiana va presentata all’imbarco dei voli. Agli imbarchi è obbligatorio il controllo della febbre. In caso di febbre il passeggero non può imbarcareAll’arrivo a casa in Italia, vi è l’obbligo di comunicare la presenza alla ASL e sottoporsi alla quarantena obbligatoria.
Il numero dei casi accertati di positività fra gli italiani presenti in Francia è di 16 unità.
 
Media, comunicazione esterna e assistenza
Le task forces di Ambasciata e dei 5 consolati Generali (Parigi, Lione, Marsiglia, Metz e Nizza) stanno lavorando a pieno ritmo e offrono una copertura H24 sia da remoto che, in piccole squadre, dalle rispettive sedi. Il sito dell’ambasciata https://ambparigi.esteri.it/ambasciata_parigi/it è aggiornato con regolarità. Sul sito è stato pubblicato un video messaggio dell’Ambasciatrice Castaldo e un link alla protezione civile per le donazioni. 
Torno a segnalare il sito del governo francese https://www.gouvernement.fr/ che ha cambiato la veste grafica ed è stato aggiornato con numerosi dati e documenti, in quella che il Primo Ministro Philippe ha oggi chiamato « operazione trasparenza ».
 
Tenersi informati
I canali ufficiali sono quelli di sempre. Oltre ai siti del governo e del Ministero della Salute vi consiglio di seguire le TV di informazione H24 che aggiornano costantemente sulla situazione in Francia e trasmettono in diretta le conferenze stampa più importanti. Fra queste ultime vi segnalo la conferenza stampa quotidiana tenuta del Direttore Generale del Ministero della Sanità francese alle 19.00 circa. 
 
Oggi per tenerci in forma vi invito a visitare il Museo delle Arti Decorative di Parigi che ha messo in linea tutte le stanze visitabili a 360° con un semplice cursore. Stracolmo di oggetti italiani di arte, moda e design, il museo ha ospitato una bellissima mostra dedicata a Giò Ponti nel 2018, ormai un’era geologica fa. 
Ecco il sito, buona visita: www.madparis.it 

¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤

28/03/20
Dall’aggiornamento N°23 pervenuto dal
Primo Consigliere d’Ambasciata Ugo Ciarlatani e dal Console Generale Pierangelo Cammarota.

Epidemia in Francia
Il numero dei contagiati in Francia è stato appena aggiornato a 32964 casi (+13% nelle ultime 24 ore), con 1.995 deceduti (+17%). La metà dei malati (circa 14.000 persone) sono ospedalizzati, di questi oltre 3500 in condizioni gravi. I numeri sono in crescita, come ha detto di DG sanità Salomon, con percentuali differenti a seconda della regione coinvolta. La regione con maggior numero di casi è l’Ile-de-France con quasi 8.000 casi, seguita dal Grand Est con quasi 6.000. La percentuale dei pazienti in rianimazione è del 5%, dato leggermente inferiore all’Italia (6%). 
 
Misure di confinamento in Francia
Le misure di confinamento decretate nei giorni scorsi non sono cambiate. Il Primo Ministro Edouard Philippe questo pomeriggio ha esteso di ulteriori due settimane il confinamento, vale a dire fino al 15 aprile. La decisione di un ulteriore periodo di confinamento dopo il 15 aprile potrà essere decisa « se e solo la situazione sanitaria lo richiederà ». Lo stesso Philippe ha dichiarato che « siamo solo all’inizio dell’ondata epidemica, i prossimi giorni saranno difficili ».
 
Cittadini italiani e viaggi
Alitalia ha confermato che mantiene 4 voli giornalieri per Roma Fiumicino che partono da Parigi (2), Marsiglia e Nizza. I voli da Parigi e Marsiglia sono confermati almeno fino al 5 aprile. La pressione sui voli è calata rispetto ai giorni scorsi, adesso i biglietti si trovano più facilmente ma è anche diventato sempre più difficile spostarsi sia in Francia che in Italia. Treni diretti non ve ne sono, ad esclusione di due corse al giorno del treno regionale TER Nizza-Ventimiglia. Occorre sempre munirsi di autocertificazioni francese e italiana (su nuovo modello pubblicato oggi  scaricabile dal sito dell’Ambasciata) per lasciare il territorio francese ed entrare in Italia. Ai cittadini italiani temporaneamente residenti in Francia (es studenti) è consentito rientrare derogando all’obbligo di restare nel proprio comune. A questi ultimi è consigliato di poter dimostrare lo status di studente. All’arrivo a casa dovranno comunicare la propria presenza alla ASL e sottoporsi alla quarantena obbligatoria.
Il numero dei casi accertati di positività fra gli italiani presenti in Francia è di 16 unità, ma è un dato relativo alle sole persone che hanno contattato i nostri consolati, quindi decisamente sottostimato.
 
Media, comunicazione esterna e assistenza
Le task forces di Ambasciata e dei 5 consolati Generali (Parigi, Lione, Marsiglia, Metz e Nizza) stanno lavorando a pieno ritmo e offrono una copertura H24 sia da remoto che, in piccole squadre, dalle rispettive sedi. Queste squadre utilizzano tutte le misure di prevenzione sia in entrata e uscita della sede che all’interno. Il sito dell’ambasciata https://ambparigi.esteri.it/ambasciata_parigi/it è aggiornato con regolarità. Sul sito è stato pubblicato un video messaggio dell’Ambasciatrice Castaldo e un link alla protezione civile per le donazioni. Torno a segnalare il sito del governo francese https://www.gouvernement.fr/info-coronavirus per gli aggiornamenti sull’epidemia in Francia. Il Comites di Parigi ha messo a disposizione dei numeri di assistenza per gli italiani residenti nella circoscrizione consolare di Parigi.
 
Tenersi informati
I canali ufficiali sono quelli di sempre. Oltre ai siti del governo e del Ministero della Salute vi consiglio di seguire le TV di informazione H24 che aggiornano costantemente sulla situazione in Francia e trasmettono in diretta le conferenze stampa più importanti. Fra queste ultime vi segnalo la conferenza stampa quotidiana tenuta del Direttore Generale del Ministero della Sanità francese alle 19.00 circa. 
 
Oggi per tenerci in forma vi propongo una visita guidata alla mostra dedicata a Raffaello Sanzio nel 500mo anniversario della sua morte, che si può trovare qui https://youtu.be/F3JDrfGfGUk.

¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤

27/03/20
Dall’aggiornamento N°22 pervenuto dal
Primo Consigliere d’Ambasciata Ugo Ciarlatani e dal Console Generale Pierangelo Cammarota.

Epidemia in Francia
Il numero dei contagiati in Francia è stato appena aggiornato a 29155 casi (+15,5% nelle ultime 24 ore), con 1.696 deceduti (+26%). La metà dei malati (circa 14.000 persone) sono ospedalizzati, di questi 3375 in condizioni gravi. I numeri sono in crescita, come ha detto di DG sanità Salomon, con percentuali differenti a seconda della regione coinvolta. Oggi si registra il decesso di un ragazzo di 16 anni  deceduto in un ospedale a Parigi. Gli ospedali sono sotto pressione ma riescono per il momento ad affrontare la situazione.

Il DG Salomon ha chiaramente detto che la stragrande maggioranza dei nuovi casi sono rappresentati persone contagiate prima di mercoledì 18 marzo, data di inizio del confinamento totale. Nei prossimi giorni quindi egli si aspetta un aumento dei casi, fino ad un assestamento e inizio della discesa non appena le misure di confinamento cominceranno a fare effetto.

Misure di confinamento in Francia
Le misure di confinamento decretate nei giorni scorsi non sono cambiate. E’ stata pubblicata una nuova dichiarazione di déplacement dérogatoire che impone di scrivere l’ora di uscita da casa. 

Cittadini italiani e viaggi
Alitalia ha confermato che mantiene 4 voli giornalieri per Roma Fiumicino che partono da Parigi (2), Marsiglia e Nizza. I voli da Parigi e Marsiglia sono confermati almeno fino al 5 aprile. La pressione sui voli è calata rispetto ai giorni scorsi, adesso i biglietti si trovano più facilmente ma è anche diventato sempre più difficile spostarsi sia in Francia che in Italia. Treni diretti non ve ne sono, ad esclusione di due corse al giorno del treno regionale TER Nizza-Ventimiglia. Occorre sempre munirsi di autocertificazioni francese e italiana (su nuovo modello pubblicato oggi  scaricabile dal sito dell’Ambasciata) per lasciare il territorio francese ed entrare in Italia. Ai cittadini italiani temporaneamente residenti in Francia (es studenti) è consentito rientrare derogando all’obbligo di restare nel proprio comune. A questi ultimi è consigliato di poter dimostrare lo status di studente. All’arrivo a casa dovranno comunicare la propria presenza alla ASL e sottoporsi alla quarantena obbligatoria.

I casi accertati di positività fra gli italiani presenti in Francia è riportato a 16. E’ infatti guarita (e può tornare a casa in Italia) quella che abbiamo definito la paziente 1, una ragazza lombarda che era venuta a Parigi durante la Paris Fashion week (24//02 – 03/03).

Media, comunicazione esterna e assistenza
Le task forces di Ambasciata e dei 5 consolati Generali (Parigi, Lione, Marsiglia, Metz e Nizza) stanno lavorando a pieno ritmo e offrono una copertura H24 sia da remoto che, in piccole squadre, dalle rispettive sedi. Queste squadre utilizzano tutte le misure di prevenzione sia in entrata e uscita della sede che all’interno. Il sito dell’ambasciata https://ambparigi.esteri.it/ambasciata_parigi/it è aggiornato con regolarità. Sul sito è stato pubblicato un video messaggio dell’Ambasciatrice Castaldo e un link alla protezione civile per le donazioni. Torno a segnalare il sito del governo francese https://www.gouvernement.fr/info-coronavirus per gli aggiornamenti sull’epidemia in Francia. Il Comites di Parigi ha messo a disposizione dei numeri di assistenza per gli italiani residenti nella circoscrizione consolare di Parigi.

Tenersi informati
I canali ufficiali sono quelli di sempre. Oltre ai siti del governo e del Ministero della Salute vi consiglio di seguire le TV di informazione H24 che aggiornano costantemente sulla situazione in Francia e trasmettono in diretta le conferenze stampa più importanti. Fra queste ultime vi segnalo la conferenza stampa quotidiana tenuta del Direttore Generale del Ministero della Sanità francese alle 19.00 circa. 

Oggi per tenerci in forma vi consiglio la visita  virtuale all’esposizione POMPEI, una mostra che il Grand Palais avrebbe dovuto aprire al pubblico proprio oggi e che avrebbe rappresentato uno dei più importanti eventi italiani a Parigi. Il curatore della mostra, il Prof. Massimo Osanna ha pubblicato nel sito del Grand Palais questo messaggio che condivido con voi: « En cette période difficile pour l’Italie et la France, je suis très heureux qu’une partie de l’exposition Pompéi puisse vous être proposée en avant-première grâce à la collaboration du Grand Palais, du Parc archéologique et de Gédéon. Ces contenus permettront aux visiteurs, en attendant l’ouverture de l’exposition, de découvrir en avant-première les images des fouilles les plus récentes, réalisées à Pompéi, ainsi qu’une sélection des magnifiques médias produits à l’occasion de l’exposition. Bonne visite en ligne, et à bientôt. » L’immersione nell’immensità di Pompei può cominciare cliccando qui: https://www.grandpalais.fr/fr/expo-pompei-chez-vous

¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤

26/03/20
Dall’aggiornamento N°21 pervenuto dal
Primo Consigliere d’Ambasciata Ugo Ciarlatani e dal Console Generale Pierangelo Cammarota.

Epidemia in Francia
Il numero dei contagiati in Francia è stato appena aggiornato a 25233 casi (+13,5% nelle ultime 24 ore), con 1.331 deceduti (+21%). Quest’ultimo è il dato dei decessi avvenuti in ospedale e riflette, ha dichiarato il DG del Ministero della Sanità Jérôme Salomon, “solo una minima parte rispetto al numero complessivo”, riferendosi a coloro che muoiono nelle case di cura per anziani. In forza dei poteri straordinari che il Parlamento ha delegato ieri al governo, con la legge sullo stato di emergenza, il Primo Ministro Philippe ha dichiarato di avere emanato questa mattina 25 ordinanze di vario titolo, da quelle che istituiscono aiuti economici, a quelle che si occupano del potenziamento delle strutture sanitarie.

Misure di confinamento in Francia
Le misure di confinamento decretate nei giorni scorsi non sono cambiate. Sono sempre di più i comuni che applicano un coprifuoco. Con l’entrata in vigore dello « stato di urgenza sanitaria » di cui al precedente punto, il Parlamento ha delegato il Governo ad emanare ulteriori norme per fare fronte alla crisi, quali per esempio, la confisca di beni e alloggi, l’aumento delle sanzioni, l’uso dell’esercito.

Cittadini italiani e viaggi
Alitalia ha confermato che mantiene 4 voli giornalieri per Roma Fiumicino che partono da Parigi (2), Marsiglia e Nizza. I voli da Parigi e Marsiglia sono confermati almeno fino al 5 aprile. La pressione sui voli è calata rispetto ai giorni scorsi, adesso i biglietti si trovano più facilmente ma è anche diventato sempre più difficile spostarsi sia in Francia che in Italia. Treni diretti non ve ne sono, ad esclusione di due corse al giorno del treno regionale TER Nizza-Ventimiglia. Occorre sempre munirsi di autocertificazioni francese e italiana (su nuovo modello scaricabile dal sito dell’Ambasciata) per lasciare il territorio francese ed entrare in Italia. Ai cittadini italiani temporaneamente residenti in Francia (es studenti) è consentito rientrare derogando all’obbligo di restare nel proprio comune. A questi ultimi è consigliato di poter dimostrare lo status di studente. All’arrivo a casa dovranno comunicare la propria presenza alla ASL e sottoporsi alla quarantena obbligatoria. I casi accertati di positività fra gli italiani presenti in Francia è riportato a 17, dal momento che si registra un guarito. Fra questi, i connazionali in condizioni critiche sono 2. Faccio presente che tale dato è relativo solo ai casi con diagnosi certa (tamponi). Crescono le telefonate di concittadini con sintomi molto simili a quelli del virus.

Media, comunicazione esterna e assistenza
Le task forces di Ambasciata e dei 5 consolati Generali (Parigi, Lione, Marsiglia, Metz e Nizza) stanno lavorando a pieno ritmo e offrono una copertura H24 sia da remoto che, in piccole squadre, dalle rispettive sedi. Queste squadre utilizzano tutte le misure di prevenzione sia in entrata e uscita della sede che all’interno. Il sito dell’ambasciata https://ambparigi.esteri.it/ambasciata_parigi/it è aggiornato con regolarità. Sul sito è stato pubblicato un video messaggio dell’Ambasciatrice Castaldo e un link alla protezione civile per le donazioni. Torno a segnalare il sito del governo francese https://www.gouvernement.fr/info-coronavirus per gli aggiornamenti sull’epidemia in Francia. Il Comites di Parigi ha messo a disposizione dei numeri di assistenza per gli italiani residenti nella circoscrizione consolare di Parigi.

Tenersi informati
I canali ufficiali sono quelli di sempre. Oltre ai siti del governo, del Ministero della Salute e del Ministero dell’Educazione Nazionale vi consiglio di seguire le TV di informazione H24 che aggiornano costantemente sulla situazione in Francia e trasmettono in diretta le conferenze stampa più importanti. Fra queste ultime vi segnalo la conferenza stampa quotidiana tenuta del Direttore Generale del Ministero della Sanità francese alle 19.00 circa.

Nei giorni scorsi vi ho invitati a tenervi in forma con le iniziative dell’IIC di Parigi. Oggi vi propongo quelle di Lione pubblicate sui social con il nome #IICLioneChezVous.

Chiudo questa email per ricordate a tutti che oggi è Dantedì, il giorno dedicato al Poeta e ‘padre’ della lingua italiana Dante Alighieri. Nella notte fra il 24 e il 25 marzo dell’anno 1300 Dante iniziava il suo viaggio agli inferi, terminato dopo circa 3 settimane di estenuante cammino (canto 33 del Paradiso). Noi, 720 anni dopo, abbiamo cominciato un viaggio simile che forse durerà un po’ di più ma che sicuramente non finirà come quello di Dante: lui ha incontrato il Signore, noi una bellissima primavera di rinascita. Per festeggiare al meglio il Sommo, vi propongo un contributo del nostro amico attore Cesare Capitani che ha recitato il primo canto della Divina Commedia, che può essere visto qui: https://youtu.be/cUgzGtaYM7w.

¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤

25/03/20
Dall’aggiornamento N°20 pervenuto dal
Primo Consigliere d’Ambasciata Ugo Ciarlatani e dal Console Generale Pierangelo Cammarota.

Oggi è esattamente un mese che invio questi aggiornamenti quasi quotidiani. In occasione del mio primo aggiornamento, i casi in Francia si contavano sulle dita delle mani, in Italia erano un po’ di più e circoscritti in Lombardia e Veneto. Era, in sostanza, una questione relegata alla Cina. Oggi la vera Cina è l’Italia con quasi 70.0000  casi (somma di casi attivi, guariti e deceduti) e 6.800 deceduti e abbiamo una situazione in Francia poco rassicurante.
 
Epidemia in Francia
Il numero dei contagiati in Francia è stato appena aggiornato a 22300 casi (+12,3% nelle ultime 24 ore), con 1.100 deceduti (+28%). Quest’ultimo è il dato dei decessi avvenuti in ospedale. Il Presidente Marcon ha annunciato di avere nominato un Comitato di analisi e ricerca, presieduto dal virologo premio Nobel Francoise Barré-Sanoussi, per fare fronte alla situazione. Il Comitato Scientifico ha proposto di prolungare il confinamento fino a 6 settimane, vale a dire fino al 28 aprile.
Oggi in Francia sono entrate in vigore queste nuove misure:
– entrata in vigore dello « stato di urgenza sanitaria » che per due mesi fornisce al governo ampi strumenti amministrativi per rallentare il contagio;
– le sanzioni per chi non rispetta le regole sono passate a 135 euro, 1500 in caso di recidiva nei 15 giorni. Dopo 4 violazioni entro 30 giorni la sanzione è di 3.700 euro e fino a 6 mesi di reclusione;
– uscire di casa per fare sport è consentito nel raggio di 1km dalla propria abitazione;
– le passeggiate (es per portare fuori il cane) sono consentite per 1 ora al giorno e nel raggio di 1 km dalla propria abitazione;
– nei bus pubblici è fatto obbligo di salire e scendere solo dalla porta posteriore. Non saranno venduti biglietti a bordo;
– divieto di firmare alla ricezione di una raccomandata o di un pacco; il materiale di qualsiasi genere deve essere lasciato davanti alla porta;
– divieto di scali in porti francesi di navi con più di 100 passeggeri, salve deroghe;
– chiusura dei mercati rionali;
– funzioni di culto permesse solo in presenza di 20 persone al massimo;
  
Misure di confinamento in Francia
Le misure di confinamento decretate nei giorni scorsi non sono cambiate. Sono sempre di più i comuni che applicano un coprifuoco. Con l’entrata in vigore dello « stato di urgenza sanitaria » di cui al precedente punto, il Parlamento ha delegato il Governo ad emanare ulteriori norme per fare fronte alla crisi, quali per esempio, la confisca di beni e alloggi, l’aumento delle sanzioni, l’uso dell’esercito. Un simile provvedimento era stato preso in Italia il 31 gennaio scorso.
 
Cittadini italiani e viaggi
Alitalia ha confermato che mantiene 4 voli giornalieri per Roma Fiumicino che partono da Parigi (2), Marsiglia e Nizza. I voli da Parigi e Marsiglia sono confermati almeno fino al 5 aprile. La pressione sui voli è calata rispetto ai giorni scorsi, adesso i biglietti si trovano più facilmente ma è anche diventato sempre più difficile spostarsi sia in Francia che in Italia. Treni diretti non ve ne sono, ad esclusione di due corse al giorno del treno regionale TER Nizza-Ventimiglia. Occorre sempre munirsi di autocertificazioni francese e italiana (su nuovo modello scaricabile dal sito dell’Ambasciata) per lasciare il territorio francese ed entrare in Italia. Ai cittadini italiani temporaneamente residenti in Francia (es studenti) è consentito rientrare derogando all’obbligo di restare nel proprio comune. All’arrivo a casa dovranno comunicare la propria presenza alla ASL e sottoporsi alla quarantena obbligatoria. I casi accertati di positività fra gli italiani presenti in Francia è ancora fermo a 18. Faccio presente che tale dato è relativo solo ai casi con diagnosi certa (tamponi). Crescono le telefonate di concittadini con sintomi molto simili a quelli del virus.
 
Media, comunicazione esterna e assistenza
Le task forces di Ambasciata e dei 5 consolati Generali (Parigi, Lione, Marsiglia, Metz e Nizza) stanno lavorando a pieno ritmo e offrono una copertura H24 sia da remoto che, in piccole squadre, dalle rispettive sedi. Queste squadre utilizzano tutte le misure di prevenzione sia in entrata e uscita della sede che all’interno. Il sito dell’ambasciata https://ambparigi.esteri.it/ambasciata_parigi/it è aggiornato con regolarità. Sul sito è stato pubblicato un video messaggio dell’Ambasciatrice Castaldo e un link alla protezione civile per le donazioni. Torno a segnalare il sito del governo francese https://www.gouvernement.fr/info-coronavirus per gli aggiornamenti sull’epidemia in Francia. Il Comites di Parigi ha messo a disposizione dei numeri di assistenza per gli italiani residenti nella circoscrizione consolare di Parigi.
 
Tenersi informati
I canali ufficiali sono quelli di sempre. Oltre ai siti del governo, del Ministero della Salute e del Ministero dell’Educazione Nazionale vi consiglio di seguire le TV di informazione H24 che aggiornano costantemente sulla situazione in Francia e trasmettono in diretta le conferenze stampa più importanti. Fra queste ultime vi segnalo la conferenza stampa quotidiana tenuta del Direttore Generale del Ministero della Sanità francese alle 19.00 circa. 
Oltre alla iniziativa dell’IIC di Parigi #IICChezVous, oggi vi segnalo il « diario del Coronavirus », pubblicato online da Cespi (Centro Studi di Politica internazionale) che documenta giorno dopo giorno l’andamento del virus nel mondo. Lo potete trovare qui https://www.cespi.it/it/ricerche/osservatori/covid-19 .
Buona serata. Ugo Ciarlatani

 

2 . Focus: CITTADINI ITALIANI IN RIENTRO DALL’ESTERO E CITTADINI STRANIERI IN ITALIA
Ho ricevuto questa segnalazione dal Segretario Generale del CGIE, Michele SCHIAVONE.
Potete trovarla direttamente sul sito del Ministero degli Esteri:
Per comodità vi copio/incollo il testo qui di seguito:

« Di seguito si riportano le risposte alle domande frequenti relative a cittadini italiani in rientro dall’estero e cittadini stranieri in Italia, in seguito all’entrata in vigore dell’Ordinanza del Ministro della Salute 20 marzo 2020, dell’Ordinanza del 22 marzo 2020 adottata congiuntamente dal Ministro della Salute e dal Ministro dell’Interno e del Dpcm 22 marzo 2020.

1.Sono un cittadino italiano all’estero o uno straniero residente in Italia, posso rientrare in Italia?

Sì, se il rientro è un’urgenza assoluta. È quindi, per esempio, consentito il rientro dei cittadini italiani o degli stranieri residenti in Italia che si trovano all’estero in via temporanea (per turismo, affari o altro). E’ ugualmente consentito il rientro in Italia dei cittadini italiani costretti a lasciare definitivamente il Paese estero dove lavoravano o studiavano (perché, ad esempio, sono stati licenziati, hanno perso la casa, il loro corso di studi è stato definitivamente interrotto).
Una volta entrati nel territorio nazionale, gli interessati dovranno raggiungere la propria casa nel minore tempo possibile.
Le circostanze di assoluta urgenza devono essere autocertificate. Si raccomanda di preparare l’autocertificazione prima della partenza, indicando in modo specifico i motivi del rientro, in modo da rendere più rapidi i controlli. Per l’autocertificazione si può usare il modulo pubblicato nel sito del Ministero dell’interno (link).
Chi rientra in Italia dovrà comunicare l’ingresso nel territorio nazionale al Dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria competente per territorio ed è sottoposto a sorveglianza sanitaria e a isolamento fiduciario per 14 giorni. La sorveglianza sanitaria e l’isolamento fiduciario non si estendono ai componenti del nucleo familiare eventualmente già presenti in Italia.

2.Sono un cittadino straniero e mi trovo attualmente in Italia, posso fare rientro nel mio Paese?
Sì, se il rientro è un’urgenza assoluta, alle medesime condizioni alle quali è sottoposto il rientro dei cittadini italiani dall’estero (v. faq). La temporanea sospensione dell’attività lavorativa o la sua continuazione in modalità di « lavoro agile » non consentono invece spostamenti.
Si raccomanda di verificare prima della partenza le misure previste nel Paese di destinazione per contrastare la diffusione del virus. Si consiglia inoltre di prendere contatto con l’ambasciata del proprio Paese in Italia.

3.Sono in rientro dall’estero. Posso chiedere ad una persona di venirmi a prendere in macchina all’aeroporto, alla stazione ferroviaria o al porto di arrivo?
Sì, ma è consentito ad una sola persona convivente o coabitante nello stesso domicilio del trasportato,  possibilmente munita di dispositivo di protezione.  Lo spostamento in questione rientra tra le fattispecie di « assoluta urgenza », che dovrà essere autocertificato con il modulo messo a disposizione dal Ministero dell’interno (link), compilato in tutte le sue parti, indicando, in particolare, il tragitto percorso e il domicilio ove la persona si reca.
Resta fermo l’obbligo di comunicare immediatamente il proprio ingresso in Italia al Dipartimento di prevenzione, per la sottoposizione a sorveglianza sanitaria e a isolamento fiduciario, nonché l’obbligo di segnalare con tempestività l’eventuale insorgenza di sintomi da COVID-19 all’autorità sanitaria. »

¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤

24/03/20

Dal sito dell’Ambasciata

https://ambparigi.esteri.it/ambasciata_parigi/it/ambasciata/news/dall_ambasciata/focus-coronavirus.html

Su questo sito potete scaricare, oltre le informazioni trasmesse dalle autorità, i documenti ufficiali da usare:

AUTOCERTIFICAZIONE ITALIANA (nuovo MODELLO DEL 23/03)

AUTOCERTIFICAZIONE FRANCESE (ATTESTATION DE DEPLACEMENT)

GIUSTIFICATIVO DI SPOSTAMENTO PER LAVORO (JUSTIFICATIF DE DEPLACEMENT PROFESSIONNEL).

IN ASSENZA DI STAMPANTE I DOCUMENTI POSSONO ESSERE RICOPIATI A MANO SU UN FOGLIO DI CARTA, DATATI E FIRMATI

ULTIM’ORA: NUOVO MODELLO DI AUTOCERTIFICAZIONE IN ITALIA: E’ STATO PUBBLICATO UN NUOVO MODELLO DI AUTOCERTIFICAZIONE SCARICABILE QUI.

ULTIM’ORA VOLI: CI SONO POSTI SUI SEGUENTI ALITALIA: ***** PARIGI CDG – ROMA FCO VOLO DA OGGI (POCHI POSTI RIMASTI) MERCOLEDì A TUTTA LA PROSSIMA SETTIMANA ; ***** MARSIGLIA – ROMA FCO DELLE 16.15 POSTI SUI VOLI DI MERCOLEDì  ***** NIZZA-ROMA FCO DELLE 15.15 VOLO DA GIOVEì IN POI.         ************  SI CONSIGLIA DI MONITORARE COSTANTEMENTE IL SITO WWW.ALITALIA.IT  OPPURE LA APP E ACQUISTARE VIA INTERNET. LA COMPAGNIA AEREA ALITALIA CHIEDE DI INDOSSARE LA MASCHERINA ALL’IMBARCO. NON VI SONO VOLI DIRETTI FRANCIA-ITALIA DI ALTRE COMPAGNIE.

ULTIM’ORA: DIVIETO DI SPOSTARSI DAL PROPRIO COMUNE IN ITALIA: I MINISTERI DELL’INTERNO E DELLA SALUTE ITALIANI HANNO EMANATO UN DECRETO SECONDO CUI DA OGGI (22/03/2020) SU TUTTO IL TERRITORIO NAZIONALE E’ FATTO DIVIETO A TUTTE LE PERSONE FISICHE DI TRASFERIRSI O SPOSTARSI CON MEZZI DI TRASPORTO PUBBLICI O PRIVATI IN COMUNE DIVERSO DA QUELLO IN CUI SI TROVANO. UNICHE ECCEZIONI: COMPROVATE ESIGENZE LAVORATIVE, CASI DI ASSOLUTA URGENZA OVVERO MOTIVI DI SALUTE. CLICCARE QUI PER SAPERNE DI PIU’ QUESTE NORME NON RIGUARDANO I CITTADINI ITALIANI NON RESIDENTI ALL’ESTERO CHE RIENTRANO IN ITALIA PER RAGGIUGERE LA PROPRIA ABITAZIONE, SECONDO LE INDICAZIONI FINORA RICEVUTE. SI CONSIGLIA IN OGNI CASO DI CONTATTARE LE COMPETENTI AUTORITA’ PROVINCIALI (PREFETTURA, QUESTURA) PER MAGGIORI INFORMAZIONI.

I CONGIUNTI CHE VANNO A PRENDERE I PROPRI FAMILIARI IN AEROPORTI E STAZIONI RISULTANO ESENTATI DALLE NORME DEL CITATO DECRETO. ANCHE IN TAL CASO SI SUGGERISCE UNA PREVIA VERIFICA CON LE AUTORITA’ COMPETENTI.

ULTIM’ORA: ISOLAMENTO OBBLIGATORIO PER CHI RIENTRA IN ITALIA: IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI PAOLA DE MICHELI HA FIRMATO UN DECRETO ASSIEME AL MINISTRO DELLA SALUTE CHE OBBLIGA L’AUTOISOLAMENTO PER I 14 GIORNI SUCCESSIVI AL RITORNO IN ITALIA NEI CONFRONTI DI TUTTE LE PERSONE CHE RIENTRANO IN ITALIA DALL’ESTERO, ANCHE GLI ASINTOMATICI. QUESTE ULTIME DEVONO PRESENTARSI E DICHIARASI ALLA ASL LOCALE CHE LI SOTTOPORRA’ A SORVEGLIANZA SANITARIA. QUI IL TESTO DEL DECRETO. 

ULTIM’ORA: IL MINISTERO DELL’INTERNO ITALIANO HA COMUNICATO CHE LA VIOLAZIONE DELLA QUARANTENA (CHE RIGUARDA OBBLIGATORIAMENTE ANCHE TUTTI COLORO CHE RIENTRANO IN ITALIA DALL’ESTERO) POTREBBE COMPORTARE LA VIOLAZIONE DI NORME PENALI CHE PREVEDONO FINO A TRE MESI DI RECLUSIONE. LA PROTEZIONE CIVILE ITALIANA INFORMA CHE SONO UN FAMILIARE POTRA’ RECARSI IN AEROPORTO IN ITALIA PER PRENDERE IL PROPRIO CONGIUNTO.

ULTIM’ORA FRONTIERE: LE FRONTIERE INTRA UE (es: Francia-Italia e Francia-Germania) E INTRA SCHENGEN (es. Francia Svizzera) RIMANGONO APERTE; QUESTO SIGNIFICA CHE ANCHE LE FRONTIERE CON L’ITALIA SONO APERTE. IL TRANSITO VIA GERMANIA E SVIZZERA E’ CONSENTITO MA SOLO SE SI E’ IN GRADO DI DIMOSTRARE IL TRASFERIMENTO IN ITALIA.

 

¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤

23/03/20
Dall’aggiornamento N°19 pervenuto dal
Primo Consigliere d’Ambasciata Ugo Ciarlatani e dal Console Generale Pierangelo Cammarota.

Epidemia in Francia
Il numero dei contagiati in Francia è stato appena aggiornato a 19856 casi (+23,9% nelle ultime 24 ore), con 860 deceduti (+27,5%). Il tasso di crescita dei casi di positività è il più elevato degli ultimi 10 giorni, segno che siamo, purtroppo, in piena crurva espansiva. Il virus è presente in tutta la Francia, con casi di diffusione allarmanti nel Grand Est e nell’Ile-de-France. Questo pomeriggio la TV ha trasmesso le immagini della fila di persone davanti ad un ospedale a Marsiglia dove vi è un medico che sta sperimentando la Clorochina. Il Ministro della Sanità Véron però ha messo in allerta circa questa sperimentazione.

Misure di confinamento in Francia
Le misure di confinamento decretate nei giorni scorsi non sono cambiate. Sono sempre di più i comuni che applicano un coprifuoco sull’esempio di Nizza (dalle 23 alle 6) e di Mulhouse (dalle 21 alle 6). In attesa di un nuovo rapporto del Comitato Scientifico, previsto per domani a 7 giorni dall’inizio del ‘confinamento’, il Presidente Macron parlando oggi con i rappresentanti delle diverse religioni, ha dichiarato di essere contrario a un ‘confinamento totale’. Secondo alcuni presenti all’incontro, Macron avrebbe detto che « il confinamento totale con il fermo di tutte le attività…avrebbe ripercussioni negative sulla società ». Macron avrebbe infine aggiunto che tutte le feste religiose di aprile dovranno essere previste ‘sans rassemblement ».

Cittadini italiani e viaggi
Alitalia ha confermato che mantiene 4 voli giornalieri per Roma Fiumicino che partono da Parigi (2), Marsiglia e Nizza. I voli da Parigi e Marsiglia sono confermati almeno fino al 5 aprile. La pressione sui voli è calata rispetto ai giorni scorsi, adesso i biglietti si trovano più facilmente ma è anche diventato sempre più difficile spostarsi sia in Francia che in Italia. Treni diretti non ve ne sono, ad esclusione di due corse al giorno del treno regionale TER Nizza-Ventimiglia. Occorre sempre munirsi di autocertificazioni francese e italiana per lasciare il territorio francese ed entrare in Italia. I casi accertati di positività fra gli italiani presenti in Francia ammonta oggi a 18. I due gravi ricoverati a Parigi  mostrano segni di miglioramento. Il nuovo caso, un cittadino italiano residente a Colmar (Grand Est) è in condizioni critiche.

Media, comunicazione esterna e assistenza
Le task forces di Ambasciata e dei 5 consolati Generali (Parigi, Lione, Marsiglia, Metz e Nizza) stanno lavorando a pieno ritmo e offrono una copertura H24 sia da remoto che, in piccole squadre, dalle rispettive sedi. Queste squadre utilizzano tutte le misure di prevenzione sia in entrata e uscita della sede che all’interno. Il sito dell’ambasciata https://ambparigi.esteri.it/ambasciata_parigi/it è aggiornato con regolarità. Sul sito è stato pubblicato un video messaggio dell’Ambasciatrice Castaldo e un link alla protezione civile per le donazioni. Torno a segnalare il sito del governo francese https://www.gouvernement.fr/info-coronavirus per gli aggiornamenti sull’epidemia in Francia. Il Comites di Parigi ha messo a disposizione dei numeri di assistenza per gli italiani residenti nella circoscrizione consolare di Parigi.

Tenersi informati
I canali ufficiali sono quelli di sempre. Oltre ai siti del governo, del Ministero della Salute e del Ministero dell’Educazione Nazionale vi consiglio di seguire (ma non troppo per non abbattersi) le TV di informazione H24 che aggiornano costantemente sulla situazione in Francia e trasmettono in diretta le conferenze stampa più importanti. Fra queste ultime vi segnalo la conferenza stampa quotidiana tenuta del Direttore Generale del Ministero della Sanità francese alle 19.00 circa. Questa sera i dati (allarmanti) li ha forniti il Ministro stesso.

Vi segnalo infine che l’IIC di Parigi ha lanciato l’iniziativa #IICChezVous raggiungibile tramite il profilo Facebook, Instagram e Twitter della sede, finalizzata a ‘tenerci compagnia’ con la cultura in questi giorni casalinghi.

¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤

22/03/20
Dall’aggiornamento N°18 pervenuto dal
Primo Consigliere d’Ambasciata Ugo Ciarlatani e dal Console Generale Pierangelo Cammarota.

Epidemia in Francia
Il numero dei contagiati in Francia è stato appena aggiornato a 16018 casi (+10,7% nelle ultime 24 ore), con 674 deceduti (+20%). Siamo nella fase crescente della curva. I sanitari descrivono una situazione di giorno in giorno sempre più difficile. Vari focolai sono attivi in molte parti della Francia.

Misure di confinamento in Francia
Le misure di confinamento decretate nei giorni scorsi non sono cambiate, ma sono aumentati esponenzialmente i controlli. Solo nella giornata di oggi (domenica) sono state elevate 22.000 multe di 135 euro in tutta la Francia. La multa sale a 1500 in caso di recidiva entro 15 giorni. Dai 15 ai 30 giorni scatta il reato. Sono stati requisiti alcuni hotel, alcuni  di supporto del personale medico e altri per dare ricovero ai clochard. In numerosi comuni sono state attuate direttive locali di coprifuoco.

Cittadini italiani e viaggi
Alitalia ha confermato che mantiene 4 voli giornalieri per Roma Fiumicino che partono da Parigi (2), Marsiglia e Nizza. I voli da Parigi e Marsiglia sono confermati almeno fino al 5 aprile. La pressione sui voli è calata rispetto ai giorni scorsi.  Treni diretti non ve ne sono, ad esclusione di due corse al giorno del treno regionale TER Nizza-Ventimiglia. Occorre sempre munirsi di autocertificazioni francese e italiana per lasciare il territorio francese ed entrare in Italia. La protezione civile italiana ha affermato che solo un familiare può andare in aeroporto in Italia a prendere in auto il proprio congiunto che torna dall’estero. E’ di poche ore fa il provvedimento dei Ministri della Sanità e dell’ Interno che vieta gli spostamenti in altri comuni. Stiamo cercando di capire se il rientro del connazionale è considerato una eccezione rientrante nella ‘assoluta urgenza’.

Si segnalano alcuni casi di positività di italiani in più nelle ultime 72 ore. Al momento sono 17, due dei quali in terapia intensiva.

Media, comunicazione esterna e assistenza
Le task forces di Ambasciata e dei 5 consolati Generali (Parigi, Lione, Marsiglia, Metz e Nizza) stanno lavorando a pieno ritmo e offriranno una copertura H24 durante tutto il weekend. Il sito dell’ambasciata https://ambparigi.esteri.it/ambasciata_parigi/it è aggiornato con regolarità e contiene anche le ultim’ore relative ai pochi mezzi pubblici per recarsi in Italia. Sul sito è stato pubblicato un video messaggio dell’Ambasciatrice Castaldo e un link alla protezione civile per le donazioni. Torno a segnalare il sito del governo francese https://www.gouvernement.fr/info-coronavirus per gli aggiornamenti sull’epidemia in Francia. Il Comites di Parigi ha messo a disposizione dei numeri di assistenza per gli italiani residenti nella circoscrizione consolare di Parigi.

Tenersi informati
I canali ufficiali sono quelli di sempre. Oltre ai siti del governo, del Ministero della Salute e del Ministero dell’Educazione Nazionale vi consiglio di seguire BFM TV che aggiorna costantemente sulla situazione in Francia e trasmette in diretta le conferenze stampa più importanti. Fra queste ultime vi segnalo la conferenza stampa quotidiana tenuta del Direttore Generale del Ministero della Sanità francese alle 19.30 circa.

¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤

20/03/20
Messaggio dall’Ambasciatrice Teresa CASTALDO

Dall’aggiornamento n°17 pervenuto dal
Primo Consigliere d’Ambasciata Ugo Ciarlatani e dal Console Generale Pierangelo Cammarota.

Epidemia in Francia
Il numero dei contagiati in Francia è stato appena aggiornato a 12612 casi (+14,7%), con 450 deceduti (+21%). Siamo nella fase crescente della curva. I sanitari descrivono una situazione di giorno in giorno sempre più difficile. Vari focolai sono attivi in molte parti della Francia.

Misure di confinamento in Francia
Le misure di confinamento decretate nei giorni scorsi non sono cambiate. Il Ministro dell’Interno Castaner è apparso questo pomeriggio in TV per annunciare uno speciale dispiegamento di forze nei luoghi pubblici in vista del weekend e per evitare gli assembramenti che si sono visti anche oggi in alcuni mercatini. Castaner ha invitato i sindaci a prendere, avvalendosi della propria autonomia, decisioni più stringenti, dichiarando che avallerà anche misure locali di coprifuoco. Ha citato in particolare il caso di Nizza dove il sindaco ha stabilito il coprifuoco alle 20. Ha altresì annunciato che nei municipi dove sono presenti le forze di polizia municipale, queste potranno procedere a controlli e sanzioni (multa di 135 euro). Le stazioni dei treni sono già presidiate e lo saranno durante tutto il fine settimana. Stessi presidi nei parchi, quai, piazze e vie di passeggio.

Cittadini italiani e viaggi
Alitalia ha oggi confermato che mantiene 4 voli giornalieri per Roma Fiumicino che partono da Parigi (2), Marsiglia e Nizza. I voli da Parigi e Marsiglia sono confermati almeno fino al 5 aprile. Treni diretti non ve ne sono, ad esclusione di due corse al giorno del treno regionale TER Nizza-Ventimiglia. Occorre sempre munirsi di autocertificazioni francese e italiana per lasciare il territorio francese ed entrare in Italia. La protezione civile italiana ha affermato che solo un familiare può andare in aeroporto in Italia a prendere in auto il proprio congiunto che torna dall’estero.

Non si segnalano oggi nuovi casi di positività che interessano cittadini italiani, che rimangono quindi a 12.

Media, comunicazione esterna e assistenza
Le task forces di Ambasciata e dei 5 consolati Generali (Parigi, Lione, Marsiglia, Metz e Nizza) stanno lavorando a pieno ritmo e offriranno una copertura H24 durante tutto il weekend. Il sito dell’ambasciata https://ambparigi.esteri.it/ambasciata_parigi/it è aggiornato con regolarità e contiene anche le ultim’ore relative ai pochi mezzi pubblici per recarsi in Italia. Sul sito è stato pubblicato un video messaggio dell’Ambasciatrice Castaldo e un link alla protezione civile per le donazioni. Torno a segnalare il sito del governo francese https://www.gouvernement.fr/info-coronavirus per gli aggiornamenti sull’epidemia in Francia. Il Comites di Parigi ha messo a disposizione dei numeri di assistenza per gli italiani residenti nella circoscrizione consolare di Parigi.

Tenersi informati
I canali ufficiali sono quelli di sempre. Oltre ai siti del governo, del Ministero della Salute e del Ministero dell’Educazione Nazionale vi consiglio di seguire BFM TV che aggiorna costantemente sulla situazione in Francia e trasmette in diretta le conferenze stampa più importanti. Fra queste ultime vi segnalo la conferenza stampa quotidiana tenuta del Direttore Generale del Ministero della Sanità francese alle 19.15.

¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤

19/03/20
Dall’aggiornamento N°16 pervenuto dal
Primo Consigliere d’Ambasciata Ugo Ciarlatani,
tramite il Console Generale Pierangelo Cammarota.

Epidemia in Francia
Il numero dei contagiati in Francia è stato appena aggiornato a 10995 casi (+20%), con 372 deceduti (+40%). Siamo nella fase crescente della curva. I sanitari descrivono una situazione di giorno in giorno sempre più difficile. Vari focolai sono attivi in molte parti della Francia.

Misure di confinamento in Francia
Rispetto a ieri le misure di confinamento non sono cambiate. Il Presidente Macron ha oggi dichiarato che le norme sul confinamento non sono rispettate da tutti. Egli è pronto inasprire le misure se le norme in vigore non verranno rispettate. Il Ministero dell’interno ha reso noto che oggi sono state comminate più di 4.000 multe.

Cittadini italiani e viaggi
Alitalia ha oggi confermato che mantiene  4 voli giornalieri per Roma Fiumicino che partono da Parigi (2), Marsiglia e Nizza. I voli da Parigi e Marsiglia sono confermati almeno fino al 5 aprile. Treni diretti non ve ne sono, ad esclusione di due corse al giorno del treno regionale TER Nizza-Ventimiglia. Occorre sempre munirsi di autocertificazioni francese e italiana per lasciare il territorio francese ed entrare in Italia. La protezione civile italiana ha affermato che solo un familiare può andare in aeroporto in Italia a prendere in auto il proprio congiunto che torna dall’estero.

Oggi si registra un incremento di casi di cittadini italiani positivi al coronavirus in Francia: 12. Una sola persona, ricoverata a Parigi, appare in serie condizioni a causa di concomitanti patologie pregresse.

Media, comunicazione esterna e assistenza
Le task forces di Ambasciata e dei 5 consolati Generali (Parigi, Lione, Marsiglia, Metz e Nizza) stanno lavorando a ritmo di 1.000 telefonate al giorno. Il sito dell’ambasciata https://ambparigi.esteri.it/ambasciata_parigi/it è aggiornato con regolarità e contiene anche le ultim’ore relative ai pochi mezzi pubblici per recarsi in Italia. Torno a segnalare il sito del governo francese https://www.gouvernement.fr/info-coronavirus per gli aggiornamenti sull’epidemia in Francia. Il Comites di Parigi ha messo a disposizione dei numeri di assistenza per gli italiani residenti nella circoscrizione consolare di Parigi. Il Comites nei prossimi giorni assisterà i connazionali che ne faranno richiesta per portare loro generi di prima necessità.

Tenersi informati
I canali ufficiali sono quelli di sempre. Oltre ai siti del governo, del Ministero della Salute e del Ministero dell’Educazione Nazionale vi consiglio di seguire BFM TV che aggiorna costantemente sulla situazione in Francia e trasmette in diretta le conferenze stampa più importanti. Fra queste ultime vi segnalo la conferenza stampa quotidiana tenuta del Direttore Generale del Ministero della Sanità francese alle 19.30.

¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤

17/03/20
Dall’aggiornamento pervenuto dal
Primo Consigliere d’Ambasciata Ugo Ciarlatani,
tramite il Console Generale.

Questa sera, il Presidente Macron, in 21′ minuti di discorso accorato (ha ripetuto più volte « nous sommes en guerre »), ha annunciato misure che prevedono un confinamento (parola però mai usata da Macron) non dissimile da quello attualmente in vigore in Italia. Tali misure, che partiranno da domani alle 12 e dureranno almeno 15 giorni’, sono le seguenti:
– divieto di uscire di casa ad eccezione di esigenze di cura, fare la spesa, andare al lavoro e ‘svolgere un’attività fisica’ di base;
– divieto di incontri di natura ‘amicale o familiare’ in strada o nei parchi;
– imprese: non chiudono ma devono mettere il personale in telelavoro;
– saranno sanzionate le infrazioni;
– rinvio del secondo turno delle elezioni municipali, inizialmente previsto per domenica;
– chiusura frontiere esterne Schengen (decisione presa in ambito UE), ad eccezione dei rientri in Patria;  nulla sulle frontiere interne Schengen;
– tutto il governo e il parlamento lavorerà solo sul coronavirus; sospesa ogni riforma, compresa quella delle pensioni;
– vendita di mascherine e gel da domani nelle farmacie solo a personale sanitario;
– taxi e hotel potrebbero essere messi a disposizione di personale sanitario e loro famiglie;
– apertura di un ospedale  militare in Alsazia per fare fronte alle emergenze che sta vivendo quella regione.

Macron ha anticipato che dopo il suo discorso verranno ulteriormente dettagliate le misure, che faranno parte di un provvedimento di legge che dovrebbe essere approvato in tempi record.

Situazione in Francia
Il numero dei contagiati in Francia è stato appena aggiornato a 6.633 casi (+1.233 rispetto a ieri, cioè +22%), con 148 deceduti (+23%). Nel suo discorso il Presidente Macron ha annunciato come la situazione delle strutture sanitarie sia particolarmente impegnativa in alcuni dipartimenti del Grand Est.

Cittadini italiani e viaggi
La possibilità per i cittadini italiani di rientrare in Italia appare sempre più complicata a causa della riduzione ormai a una manciata di voli sull’Italia, tutti operati da Alitalia (2 da Parigi CDG, 1 da Marsiglia e 1 da Nizza), un solo TGV diretto su Milano (si tratta del TGV9249 delle 14:38 Parigi-Lione Aeroporto-Torino-Milano), il forte restringimento di controlli sanitari al confine con Germania e Svizzera.Le frontiere stradali e autostradali NON sono chiuse.

Media, comunicazione esterna e assistenza
L’Ambasciata e i 5 consolati Generali (Parigi, Lione, Marsiglia, Metz e Nizza) hanno attivato delle task forces per fare fronte alla crisi. Nel sito dell’ambasciata https://ambparigi.esteri.it/ambasciata_parigi/it la lista dei numeri e dei contatti.

Sito del governo francese https://www.gouvernement.fr/info-coronavirus.

Il Comites di Parigi ha messo a disposizione dei numeri di assistenza per gli italiani residenti nella circoscrizione consolare di Parigi. 

Misure di prevenzione generali
Nel suo annuncio il Presidente Macron ha ‘bacchettato’ i suoi connazionali per non avere messo in opera, nei giorni scorsi, le misure consigliate giovedì scorso. L’epidemia è oggi più che mai presente, ed è proprio per questo che  la raccomandazione è di adottare ancora più stringenti misure di protezione e prevenzione. Più il comportamento di chi ci sta intorno è inadeguato, più è il momento di difenderci. Adottiamo le misure di confinamento, tanto più che da domani alle 12 sono misure obbligatorie.

Tenersi informati
I canali ufficiali sono quelli di sempre. Oltre ai siti del governo, del Ministero della Salute e del Ministero dell’Educazione Nazionale vi consiglio di seguire BFM TV che aggiorna costantemente sulla situazione in Francia e trasmette in diretta le conferenze stampa più importanti.

¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤

11/11/2020

Communiqué de la part du Consulat Général d’Italie à Lyon

Modifications du fonctionnement du Consulat général

Dans le cadre des mesures d’enraiement  de l’épidémie de COVID-19 (Coronavirus) et suite aux indications émanant des bureaux ministériels, le Consulat Général d’Italie à Lyon aura recours au télétravail dès le 12/03/2020. Cette mesure engendre une réduction significative du nombre d’employés présents sur le lieu de travail et, par conséquent, un rallentissement des services. Les horaires d’ouverture au public restent inchangés.

Les employés du Consulat continueront d’assurer la permanence du lundi à La Dynamo, 24 avenue Daniel Rops à Les Hauts de  Chambéry.

Ces dispositions, qui resteront en vigueur les prochaines semaines, feront éventuellement l’objet de modifications selon l’évolution de l’épidémie.
Vous remerciant de votre compréhension.

Comunicazione del Consolato Generale d’Italia a lione
Modifiche delle modalità operative del Consolato Generale

11/11/2020
Nel quadro delle misure di contenimento dell’epidemia di COVID-19 (Coronavirus) e a seguito delle indicazioni ricevute dai competenti uffici ministeriali, si informa che il Consolato Generale d’Italia a Lione ricorrerà a partire da domani al c.d. telelavoro. Ciò comporterà una significativa riduzione della presenza degli impiegati in ufficio, con conseguente rallentamento nell’erogazione dei servizi. Gli orari di apertura al pubblico resteranno gli stessi.

Gli impiegati del Consolato assicureranno la permanenza del lunedi’ a La Dynamo, 24 avenue Daniel Rops a Les Hauts de  Chambéry.

Le presenti disposizioni, che resteranno in vigore per le prossime settimane, saranno soggette alle eventuali modifiche richieste dall’evolversi della situazione epidemiologica. Si confida nella comprensione dell’utenza.

https://conslione.esteri.it/consolato_lione/it/la_comunicazione/dal_consolato/2020/03/coronavirus-modifiche-delle-modalita.html

¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤

2019 11 Gualino¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤

TI AMO FRANCIA Alberto Toscano 1Dans ce dernier ouvrage, Alberto TOSCANO, journaliste diplômé en Sciences politiques, rend hommage aux Italiens, célèbres ou anonymes, qui ont contribué à la grandeur de la France. Il traite également des migrations de l’Italie vers la France.

Le COM.IT.ES. recommande la lecture de ce beau livre.

 

 

¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤

MISSION CATHOLIQUE ITALIENNE à CHAMBERY
MESSES DU DIMANCHE 2020

Don Valerio POLISI célèbre les messes en italien
à l’église Notre-Dame de Chambéry à 10:30

En cette période de confinement, les messes ne sont pas célébrées.

Avril :  12 (Pâques), 19 – lundi 13 : pèlerinage à Myans
Mai : 03, 17
Juin : 07, 21 – Samedi 13 : Saint Antoine
Juillet : 05, 19
Septembre : 06, 20
Octobre : 04, 18
¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤

Radio Italienne de Grenoble

Le COM.IT.ES. est heureux d’apprendre que la radio italienne de Grenoble reprend progressivement ses émissions sur internet :
https://radioitaliennegrenoble.fr/

¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤

LES ACLI ANNEMASSE ONT 45 ANS

A l’occasion de ses 45 ans, l’Association des Travailleurs Chrétiens Italiens a organisé une grande fête et a publié un recueil de souvenirs :
ACLI 45 ans en 2018 fasciculeCe fascicule est disponible au siège des ACLI d’Annemasse et au COM.IT.ES. de Chambéry.

¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤

Une nouvelle traductrice assermentée à Chambéry

Le COM.IT.ES. salue l’inscription de Sandra D’ERRICO sur la liste des traducteurs assermentés. Cette liste est disponible sur le site du Consulat Général d’Italie de Lyon :
https://conslione.esteri.it/consolato_lione/it/i_servizi/per_i_cittadini/traduttori-giurati.html

¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤

Cartes murales d’Italie

Des cartes géographiques murales de l’Italie physique et politique actuelle sont disponibles au siège du COM.IT.ES..
Les personnes intéressées sont priées de contacter le COM.IT.ES. par téléphone (04 79 62 77 52 – permanences mardi matin et vendredi) ou par courriel : comites.chambery@orange.fr

¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤

Don Valéry POLISI : nouveau missionnaire italien dans l’archidiocèse de Chambéry, Maurienne et Tarentaise

Don Valerio a rejoint le diocèse de Chambéry le 23 septembre 2018. Il participe au nouveau projet d’accueil pastoral de tous les migrants qui se développera dans les locaux de l’ancienne Mission catholique italienne.

Italien et originaire du Congo-Kinshasa, il vient de l’archidiocèse de Lanciano-Ortona où il a officié pendant 16 ans.

Il se présente à nous comme prêtre mais aussi comme frère et ami. Il aimerait rencontrer les familles, les étudiants italiens, les personnes âgées, les malades qui ont besoin d’un sacrement ou d’une assistance spirituelle ainsi que toutes les personnes qui ont aidé Padre Codutti ces dernières années.

Dans sa nouvelle mission, il sera épaulé par les sœurs ouvrières de la Sainte Maison de Nazareth.

Don Valerio POLISI célèbre les messes en italien à l’église Notre-Dame de Chambéry à 10:30, un dimanche sur deux.
¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤

COMPTES SANS MOUVEMENT DEPUIS 20 ANS : INTERVENEZ RAPIDEMENT
CONTI DORMIENTI DA 20 ANNI : SCADONO I TERMINI PER L’ESIGIBILITA’ DELLE SOMME

“Il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale ha prodotto un video informativo a beneficio dei connazionali all’estero, sulle scadenze e gli eventuali adempimenti relativi ai « conti dormienti ». Il video fornisce indicazioni pratiche sull’argomento. Per visualizzarlo clicca sul link sotto”.

https://www.youtube.com/watch?v=9gAfry-BAKQ

Pour plus d’informations : InformativaFarnesinaContiDormienti

¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤

LE RETOUR DE LA VIERGE DE LA CHARITE
A CHAMBERY

2018 07 Vierge de la CharitéMardi 24 juillet 2018, le musée des Beaux-Arts de Chambéry a accueilli une Vierge à l’Enfant en bois polychromé datant du XVIIIe siècle, œuvre volée dans l’oratoire de la maison des Charmettes en 1979.

Depuis cette date, nous en avions perdu la trace jusqu’à ce qu’un Carabiniere du Comando Tutela Patrimonio Culturale la repère chez un antiquaire de Udine (Italia, Région du Friuli Venezia Giulia). Ce Carabiniere et l’ un de ses supérieurs étaient présents lors de cet évènement au musée de Chambéry.

Le 12 juin 2018, au Palais Farnese à Rome (Ambassade de France), les Carabinieri avaient déjà rendu officiellement cette sculpture à la France.

Cette statue et les deux angelots qui l’accompagnaient ornaient à l’origine le fronton de la porte d’entrée de la chapelle de l’Hospice de la Charité de Chambéry.

Pour plus d’informations :

http://www.carabinieri.it/cittadino/informazioni/comunicati-stampa/arte-restituite-alla-francia-preziose-opere-recuperate-dal-tpc

https://www.chambery.fr/actualite/1624/140-le-retour-au-musee.htm

https://france3-regions.francetvinfo.fr/auvergne-rhone-alpes/savoie/chambery/statue-volee-chambery-il-y-40-ans-ete-retrouvee-italie-1493699.html

http://www.123savoie.com/la-vierge-a-l-enfant-revient-a-chambery/

¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤

2018 06 Un vélo contre la barbarie nazieAlberto TOSCANO révèle au public une facette inattendue de Gino BARTALI, ce coureur cycliste mondialement connu pour ses victoires sur le Tour de France et sur le Giro d’Italia, et qui lui a valu de recevoir en 2005, à titre posthume, la « médaille d’or du mérite civique » de la part du président de la République italienne.

Ed. Armand Colin
2018, 224 p.

¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤

2018 03 Livre L'autre front 1915 1918Ce livre sur la Première Guerre Mondiale, labellisé par la Commission Centenaire 14 18, est co-écrit par Louis BAIMA et Jean-Yves SARDELLA, membres des Amis de Montmélian et de ses Environs.
Louis BAIMA est le fils unique de Giovanni dont parle la première partie du livre.
Jean-Yves SARDELLA a fait une longue recherche sur les liens qui unirent Italiens et Français sur les fronts de la Première Guerre Mondiale.

¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤

LA PERMANENCE CONSULAIRE
CHANGE D’ADRESSE

Depuis le 09 avril 2018, la permanence consulaire a lieu à

La Dynamo
Jeunesse Vie Etudiante & Relations Internationales
24 avenue Daniel Rops
73000 CHAMBERY  (Les Hauts de Chambéry)

Ligne de bus B, direction Les Hauts de Chambéry, arrêt Cévennes.

Horaires : tous les lundis, 9:00 – 13:00, 14:00 – 17:00
Sur rendez-vous, en appelant le Consulat de Lyon : 04 78 93 00 17.
Accueil téléphonique pendant la permanence : 06 37 75 74 02

¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤

Community l'altra Italia « COMMUNITY – L’ ALTRA ITALIA »
SUR RAI ITALIA

Des témoignages d’Italiens aujourd’hui installés loin de leur patrie d’origine, puis des réponses pour les Italiens à l’étranger sur la retraite, la santé, la bureaucratie… et enfin un espace consacré à la langue italienne en collaboration avec la Société Dante Alighieri.

Complément d’information : http://www.raitalia.it/dl/PortaliRai/Programmi/PublishingBlock-bfe4cedd-d5a6-4daa-bcc9-33078d07ab3a.html?ContentItem-01da9f6e-1343-4e17-af0f-47e141276aba

Revoir les émissions : http://www.raitalia.it/dl/RaiTV/programmi/page/Page-4736cf18-5018-4618-87a0-bf6cdf398301.html?set=ContentSet-70934e36-0723-40eb-8eff-d3c68497c2fc&type=V

¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤

Le COM.IT.ES. de Chambéry change d’adresse postale : la B.P. n’existe plus.

Dorénavant, adressez votre courrier à :

COM.IT.ES.
77 rue Ambroise Croizat
73000 CHAMBERY

¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤

S’INSCRIRE A’ L’ A.I.R.E.
Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero

EST OBLIGATOIRE ET OFFRE DES AVANTAGES
pour les Italiens domiciliés à l’étranger depuis plus de 12 mois.

http://www.esteri.it/mae/it/italiani_nel_mondo/serviziconsolari/aire.html

¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤

Demande de passeport au Consulat Général d’Italie à Lyon

Désormais, pour demander un passeport ou son renouvèlement, le Consulat vous demande de fixer un rendez-vous on line

Laisser-vous guider par les instructions :
http://www.conslione.esteri.it/consolato_lione/it/i_servizi/per_i_cittadini/passaporti

¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤

Nouveau Règlement européen sur les successions – Conférence

Le Parlement Européen et le Conseil des Ministres des 28 Pays de l’Union Européenne ont adopté le nouveau Règlement sur les successions à cause de mort n°650/2012, entré en vigueur le 17 août 2015, « relatif à la compétence, la loi applicable, la reconnaissance et l’exécution des décisions, et l’acceptation et l’exécution des actes authentiques en matière de successions et à la création d’un certificat successoral européen »…

Pour présenter et expliquer ce nouveau règlement, le COM.IT.ES. de Chambéry, en collaboration avec la Chambre Interdépartementale des Notaires de la Savoie et de la Haute Savoie, organisera une conférence.

Lire la suite

Le Règlement : http://eur-lex.europa.eu/LexUriServ/LexUriServ.do?uri=OJ:L:2012:201:0107:0134:FR:PDF

¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤

Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *

*