La mostra itinerante “Speriamo che… Espérons que…”

Mise en page 1Composizione della mostra

I vari temi sono illustrati da 30 pannelli con testo e fotografie, 4 fotographie giganti e dei documentari video.  Alcuni testimoni hanno accettato di prestare degli oggetti faccendo parte della loro storia personale come delle lettere, delle fotografie, degli strumenti di musica, degli strumenti di lavoro, delle valigie, dei bauli… Secondo il luogo della mostra, la sua situazione geografica, lo spazio a disposizione e il sistema di sorveglianza, alcuni di questi oggetti sono presentati.

Libro d’oro

Un libro d’oro è stato messo a disposizione del pubblico per raccolgiere le reazioni a  Aime, Grenoble, Ambilly e Marnaz.

Dossier pedagogico

Su richiesta delle scuole, i capomissioni accolgono i gruppi di allievi per presentare loro la mostra aiutandosi con un dossier pedagogico ideato  con  Philippe Moscarola (capomissione alla Ligue de l’enseignement  FOL 73). Questo strumento si adatta all’età degli allievi.  Li guida nella lettura dei pannelli. Il risultato del loro lavoro è analizzato per meglio capire la sensibilità  del giovane pubblico rispetto all’emigrazione di ieri e di oggi. La mostra e il dossier sono stati oggetto di una presentazione indirizzata agli insegnanti del liceo Vaugelas.

Itineranza

La mostra è concepita per essere itinerante. Il suo viaggio è cominciato nel 2009 all’Espace Malraux di Chambéry e continua ancora oggi…

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*