Tasse sulla casa italiana

La regola

La casa possieduta in Italia dagli Italiani residenti all’estero è considerata “SECONDA CASA” dallo stato italiano.
I singoli Comuni possono però decidere di considerare la casa dei loro cittadini residenti all’estero come “PRIMA CASA”.

L’eccezione per i pensionati

Lo Stato considera comunque la casa in Italia come abitazione principale (o “PRIMA CASA”) se il cittadino italiano:

  • è iscritto all’AIRE,
  • è pensionato e riceve la sua pensione estera dallo Stato dove risiede (cioè se risiede in Francia deve obbligatoriamente avere una pensione francese),
  • o riceve une pensione in convenzione internazionale e cioè per la quale i periodi di contribuzione italiani si totalizzano con quelli esteri,
  • possiede un’unica unità immobiliare in Italia,
  • possiede l’unità immobiliare a titolo di proprietà o usufrutto,
  • non affitta o concede in comodato d’uso l’unità immobiliare.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*