Les allocations familiales

Désolé, cet article est seulement disponible en Italien. Pour le confort de l’utilisateur, le contenu est affiché ci-dessous dans une autre langue. Vous pouvez cliquer le lien pour changer de langue active.

DIRITTO AGLI ASSEGNI FAMIGLIARI

Solo il datore di lavoro contribuisce al finanziamento degli Assegni Familiari.
Le prestazioni familiari sono erogate da una Cassa apposita, la « CAISSE D’ALLOCATIONS FAMILIALES » (C.A.F.) competente per tutta la popolazione residente in Francia.

Gli assegni familiari propriamente detti (« allocations familiales« ) sono concessi solo a partire:

  • dal 2° figlio a carico
  • di età inferiore ai 20 anni

Non spetta dunque nessun assegno familiare se vi è un solo figlio a carico di età inferiore ai 20 anni, come non vi è nessun assegno familiare per il coniuge a carico.

Gli Assegni Familiari propriamente detti sono concessi senza limiti di reddito e anche se i figli del lavoratore non risiedono in Francia.

 L’importo degli assegni familiari francesi sono (dati validi dal 1° gennaio 2015 al 31 marzo 2016):

  • per 2 figli a carico :     129,35 € al mese
  • per 3 figli a carico :    295,05 € al mese
  • per 4 figli a carico :    460,77 € al mese
  • per ogni figlio supplementare a carico : 165,72 € in più al mese.

**************************************************************************

La C.A.F. eroga anche, a chi risiede in Francia, molte altre prestazioni sottoposte a condizioni di reddito per :

 L’INFANZIA E LA FAMIGLIA 

  • Prestazioni per l’accoglienza del bambino (nascita ecc.)
  • Complemento familiare (per chi ha 3 figli a carico di più di 3 anni)
  • Assegno per inizio anno scolastico
  • Assegno giornaliero di « presenza parentale » (per un figlio gravemente malato)
  • Assegno di sostegno familiare (se uno dei genitori, o ambedue, non sovvengono all’obbligo di mantenimento del figlio)
  • Aiuto al ricupero delle pensioni alimentari (per chi non ha diritto all’assegno di sostegno familiare, in presenza di una sentenza che obbliga a versare una pensione alimentare per il figlio)
  • Assicurazione vecchiaia per i genitori (a chi ha un figlio di meno di 3 anni o almeno 3 figli a carico e non lavora possono essere accreditati da parte della C.A.F. contributi per la pensione). Questa contribuzione si è rivelata spesso inattesa ed utile per molte donne.

LA CASA

  • Assegno o aiuto per l’alloggio (per affitti o rimborso mutui)
  • Aiuto al trasloco
  • Prestito per lavori di miglioria della casa

 SOLIDARIETA E INSERIMENTO

  • Assegno di educazione per il figlio disabile
  • Assegno agli Adulti Disabili « Allocation Adultes Handicapés » (paragonabile un po’ alla pensione di Invalidità Civile italiana)
  • Assicurazione vecchiaia per i genitori (a chi si occupa o smette di lavorare per occuparsi di un figlio o di un adulto disabile possono essere accreditati da parte della C.A.F. contributi « reali » per la pensione)
  • Reddito di Solidarietà Attiva (RSA) : ha sostituito dal 1° giugno 2009 l’RMI (Reddito Minimo di Inserimento) e l’Assegno per genitore « isolato ». E’ un complemento per salari e redditi particolarmente bassi.
  • Assegno per chi ritrova un lavoro (titolari dell’RSA)
  • Prestito « Giovani Futuro » (a tasso zero per l’ingresso nella vita attiva : acquisto veicolo o materiale informatico, cauzione per affitto appartamento, trasloco).

PER SAPERNE DI PIU’ : www.caf.fr

Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *

*